01 I TANTI PERCHE’ DI UNA COMPAGNIA

PERCHE’

GLOBULI ROSSI ?

 

Spirito Santo - CenacoloSpirito Santo

 volami nel cuore !

 

cenacolo-di-gerusalemme

 TUTTO E’ SUCCESSO NEL  CENACOLO DI GERUSALEMME

QUI NASCE OGNI COMPAGNIA CHE IL SIGNORE MANDA FINO AGLI ESTREMI CONFINI DELLA TERRA:

Andate…Guarite…Annunciate…

OGNI DENOMINAZIONE PORTA IMPRESSO SULLA FRONTE

IL NOME DI GESU’

IL CROCIFISSO RISORTO

 

 

Perché GLOBULI ROSSI 

Una cosa è sicura: senza sangue si muore. E chi è anemico, soffre gravi disagi e la sua è un’esistenza a rischio. 

 Riù - p7310121Sangue è sinonimo di energia, vita. Poiché siamo consanguinei del Signore, siamo chiamati ad essere donatori, a trasfondere sacche di carità-divina-Sangue-di-Cristo, nei tessuti anemici dell’umanità, lotta instancabile contro tutte le emorragie, espressioni di sofferenza, povertà e miseria umana. 

Consacrati  e Laici chiamati a camminare insieme: “vita consacrata e vita dei fedeli laici si arricchiscono a vicenda, dando e ricevendo l’una dall’altra …“ (Cf VC 20.52)

In un’ottica di scambio, collaborazione e partecipazione, ne deriva una missione più ricca ed efficace: 

  • Religiosi, nella testimonianza di una vita consacrata , nel segno dell’escatologia, di servizio a Dio e al prossimo;
  • Laici, nella testimonianza cristiana della  loro vita nel temporale (AA;   7.) 

   globuli-rossi-al-microscopioGlobuli rossi vuol dire recuperare la fede battesimale dimenticata nel guardaroba delle “tante cose da fare” per  indossarla pubblicamente: “Rivestitevi del Signore nostro Gesù Cristo”. (Rom. 13,14) . 

  1. Pur rivestiti di Luce, sono coscienti che la comunione con Dio è un dono mai pienamente vissuto, sempre oggetto della nostra speranza. Nella preghiera trovano aiuto  a corrispondere all’intimità di questa relazione.
  2. Cristo presente fra i suoi componenti mediante il Suo Spirito crea l’unità della Compagnia che  cerca di modellarsi sulla comunione d’amore che esiste tra le Persone divine. Questa comune unione di tanti piccolissimo globuli, manifesta agli uomini che la legge della carità è la sola sua forza.
  3. “Donne e uomini, religiosi e laici, uniti  insieme,  vuol dire essere schiene-persone-mente-cuore-anima a disposizione di Dio.
  4. “Dalla carità scambievole che li unisce, a imitazione di Cristo mandato dal Padre, promanano  a cascata passione,  fervore, impeto, zelo, ardore, entusiasmo, impegno, amore…  da trasfondere all’uomo incontrato sui diversi percorsi del mondo. A ciascuno di ”lavarsi i piedi l’un l’altro“, nell’atteggiamento del servo con animo semplice, umile e gioioso, sull’esempio del Maestro nell’Ultima Cena. 

ORTOPRASSI = prassi retta

Premessa: “La fede e la sua pratica ci provengono dal Signore attraverso la Chiesa e l’esercizio dei sacramenti, altrimenti non esistono. Molti rinunciano a credere perché sembra loro che la fede possa essere definita da una qualche istanza burocratica, che sia cioè una specie di programma di partito, chi ne ha il potere può definire ciò che bisogna credere, e quindi tutto dipende dal fatto di giungere al potere nella Chiesa oppure -cosa più logica e più plausibile- non credere affatto.” (Card. J. Ratzinger)

Il fare corretto che accomuna ConsacratiChristifideles laici è la “Vita secondo lo Spirito”. Essi sono consapevoli che l’accento va messo 

  • sul fare quello che è retto agli occhi del Signore (Ef. 15,26)
  • su di una prassi conforme alla rivelata Verità di Dio,
  • su di un agire che provenga dal credere.
  • Significa prendere coscienza che ogni percorso alternativo è tentazione di  fuga, rischio di sbando.

Globuli rossi- la dinamicaPer entrambi il progetto-obiettivo è così sintetizzabile: “Divinizzazione dell’uomo e liberazione del mondo per opera di un’umanità nuova, fatta di figli di Dio nel Figlio unico”.

E’  questo soltanto il nome vero della “promozione dell’uomo” e della “liberazione della sua storia”, degno di costituire un proposito cristiano, che si ispiri alla Parola e alla Sapienza rivelata nel Nuovo Testamento, ossia in GESU’.

Perciò i GLOBULI ROSSI

  • sono dei chiamati ad operare con ardore apostolico per la causa di Cristo e del Vangelo,
  • a servire la vita in Gesù, il Signore della vita, l’unico Nome in cui possiamo avere vita.

Così Papa Benedetto XVI, Domenica 13 Giugno 2005 ai Donatori di Sangue di tutto il mondo:

Saluto i donatori di sangue del mondo intero, in particolare quelli presenti oggi in Piazza San Pietro, venuti in occasione della Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, che ricorrerà dopodomani…Cristo, che ci ha redenti con il suo Sangue, sia sempre il modello del vostro volontariato“.

acqua

QUANDO IL NEMICO

ATTACCA CON IL FUOCO

RISPONDI CON L’ACQUA

 

 Melograno LOGO-58_1

O.H.

  ORDO HOSPITALARIUS  

PERCHE’ MELOGRANO

Il melograno,  è utilizzato come icona metaforica anche  dalla COMPAGNIA DEI GLOBULI ROSSI

Il rimando è alla tradizione orale: San Giovanni di Dio, venditore ambulate di libri, alla ricerca di senso da dare alla sua vita di quarantacinquenne, avrebbe avuto come una visione: un bambino con in mano un melograno sormontato da una croce, gli avrebbe detto:  “Granada sarà la tua croce”. 

  • Granada–Croce-Sangue-sparso “pro multis”, ospedale-tempio-letto-altare-mondo, sono l’humus dove deve radicarsi la pianta sognata.
  • Epperò, dietro l’esemplificazione, c’è dell’altro: capillari, vene, arterie, riconducono all’organo emopoietico: Corpo e Sangue di Cristo offerto in sacrificio… ”in remissionem peccatorum”, ossia per l’estirpazione radicale del male ontologico.
  • E c’è il mandato: Fate questo in memoria di me”, ossia “fate anche delle vostre vite un sacrificio perenne a Lui gradito; offritele per la vita del mondo, affinché creda in Colui che vi ha mandato…”.

raffaele-arcangelo

Perchè COMPAGNIA

 

Il mondo in cui siamo chiamati a vivere è misterioso, fantastico ma anche pieno di contraddizioni. Salvatore Nantoli scrive:

 ”Nel cristianesimo, Dio incarnandosi, dava salvezza; nel moderno l’uomo crede di potere e dovere produrre  quella medesima salvezza da sé. Si predispone perciò ad aspettative che non può soddisfare e l’accresciuta potenza  non lo scioglie affatto dalla sua costitutiva finitezza, ma gliela rende solo insopportabile.

 Nel tentativo di “prendere il posto di Dio” l’uomo si scopre un Dio mancato”.

Vangelo equivale a dire:

  • “ Ho una buona notizia per te, una notizia sconvolgente capace di mutarti la vita, di tirari fuori dalle sabbie mobili del faticare inutile. Puoi dare un senso al “fare”.
  • Ho scoperto chi può aprirti orizzonti impensabili“.
  • Chi ha fatto questa scoperta sente il bisogno irresistibile di andare a dirlo ad altri, a quanti più può: uno, due tre, dieci, mille…

 UNA COMPAGNIA

NASCE SEMPLICEMENTE COSÌ.

 

 Don Giussani, espert in materia,  ebbe a scrivere: “ La Compagnia autentica è quella che nasce  quando uno incontra un altro che ha visto qualcosa di giusto, di bello e di vero, e glielo dice, e siccome anche lui desidera il giusto, il bello ed il vero, si mette insieme“.

Nella grande enciclica missionaria Redemptoris Missio il Santo Padre Giovanni Paolo II scrive:

  •  “All’interno della Chiesa si presentano vari tipi di servizi, funzioni, ministeri e forme di animazione della vita cristiana.
  • Ricordo, quale novità emersa in non poche chiese nei tempi recenti, il grande sviluppo dei “movimenti ecclesiali”, dotati di forte dinamismo missionario.
  • Quando s’inseriscono con umiltà nella vita delle chiese locali e sono accolti cordialmente da vescovi e sacerdoti nelle strutture diocesane e parrocchiali, i movimenti rappresentano un vero dono di Dio per la nuova evangelizzazione e per l’attività missionaria propriamente detta.
  • Raccomando, quindi, di diffonderli e di avvalersene per ridar vigore, soprattutto fra i giovani, alla vita cristiana e all’evangelizzazione, in una visione pluralistica dei modi di associarsi e di esprimersi“.

Il Card. Ratzingher che al Congresso Mondiale dei Movimenti Ecclesiali del 1998 ha sviluppato il tema della “loro collocazione teologica”, nel suo intervento ha sostenuto, fra l’altro, che essi non vanno collocati tutti sullo stesso piano e che andrebbero quantomeno differenziati:

 “Li diversificherei con tre denominazioni:

  • movimenti,
  • correnti,
  • iniziative di mobilitazione…. “

Ha messo in guardia anche dal proporre una definizione troppo rigorosa, “ poiché lo Spirito Santo tiene pronte in ogni momento delle sorprese, e solo retrospettivamente siamo in grado di riconoscere che dietro le grandi diversità esiste un’essenza comune”.

Che cosa sia un movimento vero e proprio, egli lo ha dedotto anche da questa constatazione:

“Poiché i movimenti nascono per lo più da una personalità carismatica guida, si configurano in comunità concrete che in forza della loro origine rivivono il Vangelo nella sua interezza e senza tentennamenti riconoscono nella Chiesa la loro ragione di vita, senza di cui non potrebbero sussistere”.

Nel caso della Compagnia dei Globuli Rossi- DNAoh, la personalità carismatica per eccellenza è San Giovanni di Dio ma anche San Riccardo Pampuri come ultimo anello di una catena di santità. Garante del movimento è l’Ordine Ospedaliero dei Fatebenefratelli che da cinque secoli sono espressione della Chiesa sanante e di quella spiritualità che la tradizione ha sintetizzato in un termine: hospitalitas.

 11 Febbraio 2006 – Benedetto XVI:

A tutti i medici, gli infermieri e gli altri operatori sanitari, a tutti i volontari impegnati in questo campo, vorrei oggi consegnare simbolicamente l’Enciclica Deus caritas est, con l’augurio che l’amore di Dio sia sempre vivo nei loro cuori, così da animare il loro lavoro quotidiano, i progetti, le iniziative, e soprattutto i loro rapporti con le persone malate. Agendo in nome della carità e nello stile della carità, voi, cari amici, offrite il vostro prezioso contributo anche all’evangelizzazione, perché l’annuncio del Vangelo ha bisogno di segni coerenti che lo confermino. E questi segni parlano il linguaggio dell’amore universale, un linguaggio comprensibile da tutti.

SEGUE:

Questa voce è stata pubblicata in GLOBULI ROSSI COMPANY. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...