BENVENUTA GIOVY AZZURRA !

 Image Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.usImage Hosted by ImageShack.us 

 BENVENUTA

GIOVY AZZURRA !

Stars # 191673      Stars # 191673       Stars # 191673

    

 

DI SE STESSA COSì HA SCRITTO:

Stars # 191673Da piccola spesso la mia mamma diceva che rimase delusa alla mia nascita, voleva un maschio, oltretutto ero in un parto gemellare con un maschietto che però non andò avanti…

Lei di sicuro lo avrà detto con superficialità, perchè so che mi voleva bene ma io ero ferita, cominciai a comportarmi come un maschio perchè inconsciamente lo volevo essere ;

Crescendo ho apprezzato la femminilità, l’essere donna in ogni cosa e con la maternità ho ringraziato e sono stata felice di essere nata femmina.

E’ vero, spesso dimentichiamo quanto valiamo, però tante volte gli uomini della nostra vita non ce lo ricordano…e non sono una di quelle che dicono: non ce ne bisogno…

io la stima l’apprezzo, accresce la mia e ancor di più l’amore che ti fa sentire unica nel loro cuore…

A NOME DI TUTTI PROVO A DIRTI SIMBOLICAMENTE LA NOSTRA STIMA METTENDO A DISPOSIZIONE IL GIARDINO DEI  NOSTRI CUORI:

 Potrebbe mancare un pavone vanitoso…?

In questo GIOVEDI’ SANTO, accade un fatto significativo: la nostra piccola realtà si fa timidamente ECUMENICA. Lo si può comprendere leggendo quanto nei giorni scorsi ho scritto a lei:

Cara Giovy,

                      oggi per me è una bella importante giornata. Vorrei tanto che, come sorella Evangelica, facessi parte, a pieno titolo di quella nostra aggregazione alla buona – fraternità non solo virtuale – che chiamiamo COMPAGNIA DEI GLOBULI ROSSI, dove, pur in totale adesione alla fede cattolica, c’ è spazio per ogni cercatore di Dio che non ha bisogno produrre il suo curriculum o la carta d’identità come tu hai voluto fare.

Se hai avuto modo di sbirciare sul sito, non siamo un’ istuituzione, un ‘associazione riconosciuta ma un movimento spontaneo dove i SI’ ognuno è pregato di rivolgerli a Dio, restando quello che è, frequentando i suoi ambienti, portando come meglio può, luce e conforto, fede e speranza, ossigeno e sangue nelle anemie territoriali. Non abbiamo statuti, case, denaro, ruoli, obblighi…Cristo naturalmente è il nostro punto di riferimento e non trascuriamo di volgere lo sguardo a suoi testimoni fedeli, ossia i santi. Cattolici nel bene e nel male.

Con gli Evangelici ho amicizie in Giappone, per via di mia moglie giapponese, ora cattolica ma molto amica di alcuni di loro. E quando sono là è più facile che mi trovi al Culto Evangelico che alla Messa Cattolica, non facilmente a portata di mano.

Mi ha sempre fatto molta impressione una domanda ricorrente: che differenza c’è tra un cattolico e un evangelico? Vallo a spiegare! L’interprete – mia moglie o i miei figli – rinunciano volentieri a questo ruolo complicato perché finiscono per non capirci nulla. Di una cosa però mi sono sempre accorto: là, in Oriente,  sembra che in questi anni non sia successo nulla su fronte dell’ecumenismo. Viene sempre fuori la storia di Lutero e del Papa di Roma con quegli schemi odiosi dove da ambo le parti si cerca di demolire “l’avversario” con ogni mezzo, senza andare tanto per sottile. Fortunatamente qui qualcosa è mutato e col tempo avrà ricadute anche in Oriente.

Quando vado al tempio buddista o scintoista mi adeguo alle usanze, faccio i gesti abituali di purificazione e d’intercessione e dentro di me recito – per Grazia – il PADRE NOSTRO, ossia davvero Padre di tutti, pur nei diversi costumi culturali, nella divergenza di vedute, di ignoranza reciproca…

Tu hai fatto una scelta che rispetto. La lettura degli scritti di Paolo Rocca – per citarne uno – mi ha sempre arrichito. Continuo a credere che lo Spirito Santo non può essere solo da una parte e che il passato, privo di carità vicendevole –non importa per colpa di chi- oggi ci pesa.

Il nostro blog è a tua disposizione. Speriamo di poter anche “aggiungere un posto a tavola”, ossia una piena tua partecipazione alla speranza vissuta in comunione, per testimoniarci la tua fede e condividere la nostra che hanno una sola origine: Cristo-Crocifisso-Risorto.

Grazie per quanto mi hai scritto. La tua sofferenza, da ora in avanti, mi appartiene.

Buona giornata. Angelo

DA OGGI: la tua sofferenza CI APPARTIENE

  

           

GLORIA IN EXCELASIS DEO !

Ad Assisi…

Giovy azzurra ha risposto:

 
 
Ciao Angelo, ti ringrazio e vi ringrazio per l’accoglienza:-) oramai mi conoscono un po’ tutti in questo piccolo, grande mondo virtuale. Io posso solo promettervi che tutto cio’ che si farà esperienza nel mio cuore sarà a vostra disposizione.

E’ un momento della mia vita che ho assaporato il piu’ grande dono che Dio ci abbia mai potuto fare , quello della libertà! una libertà che non significa libertinaggio ma quella di attraversare i monti, i mari, le colline, le pianure, il paradiso come l’inferno.
La mia fede è sempre stata un misto di estasi e tormenti dove la mia personalità ha trovato giovamento ma anche sofferenza, dove la mia relazione con il Padre attraverso il Figlio è un alternarsi di lodi e di chiusure, un cammino che sembra non finire, non trovare pace eppure ogni giorno mi da la possibilità di crescere, vivere e morire a me stessa.
Come si potrebbe spiegare l’amore Angelo, chi lo prova lo sa e non ha bisogno di spiegazioni e non potrà mai spiegarlo , perchè qualcosa che ti entra nella testa, nei pensieri, nell’anima, nel corpo, nello spirito.
Mi sento sorella in Cristo, qualsiasi sia la strada dei cristiani che incontro sulla mia via, certo vorrei trasmettere ciò che vivo, ciò che provo ma dimentico che chi chiama non sono io, è Lui che sceglie, sceglie i cuori, le modalità, i tempi, gli spazi…allora quello che posso offrirvi è solo il mio sorriso, la mia sofferenza e tutto ciò che Gesù metterà nel mio cuore.
Possa l’esempio umile di Maria suggerirci con quale spirito possiamo invocare il nostro papà, è una figura che sarà sempre nel mio cuore, perche’ anche io un giorno possa dire : l’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio mio Salvatore.
Prego affinchè chi ha vissuto la sua fede in vera santità possa esserci di esempio per accrescere la volontà di fidarci di colui che sa di cosa abbiamo bisogno , affinchè possiamo dire come Francesco: Signore fa di me uno strumento di pace.
Prego Gesù che possa donarci lo Spirito Consolatore affinchè uniti agli angeli possiamo cantare l’alleluia della vittoria e in tutto ciò abbraccio anche la speranza di chi non crede come i miei amici di rete, li porto tutti con me, qui nel mio cuore , perchè io so che chi ha conosciuto l’amore ha conosciuto Dio, anche se loro non lo sanno. 🙂
 
Un abbraccio ad ognuno di voi, Giovy

Arrivo dei marciatori ad Assisi…

 

Questa voce è stata pubblicata in AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA. Contrassegna il permalink.

4 risposte a BENVENUTA GIOVY AZZURRA !

  1. Giovy ha detto:

    Ciao Angelo, ti ringrazio e vi ringrazio per l’accoglienza:-) oramai mi conoscono un po’ tutti in questo piccolo , grande mondo virtuale.Io posso solo promettervi che tutto cio’ che si fara’ esperienza nel mio cuore sara’ a vostra disposizione.E’ un momento della mia vita che ho assaporato il piu’ grande dono che Dio ci abbia mai potuto fare , quello della liberta’! una liberta’ che non significa libertinaggio ma quella di attraversare i monti, i mari, le colline, le pianure, il paradiso come l’inferno.La mia fede e’ sempre stata un misto di estasi e tormenti dove la mia personalita’ ha trovato giovamento ma anche sofferenza, dove la mia relazione con il Padre attraverso il figlio e’ un alternarsi di lodi e di chiusure , un cammino che sembra non fonire, non trovare pace eppure ogni giorno mi da la possibilita’ di crescere, vivere e morire a me stessa.Come si potrebbe spiegare l’amore Angelo, chi lo prova lo sa e non ha bisogno di spiegazioni e non potra’ mai spiegarlo , perche’ e’ qualcosa che ti entra nella testa, nei pensieri, nell’anima,nel corpo , nello spirito .Mi sento sorella in Cristo , qualsiasi sia la strada dei cristiani che incontro sulla mia via, certo vorrei trasmettere cio’ che vivo, cio’ che provo ma dimentico che chi chiama non sono io, e’ Lui che sceglie, sceglie i cuori, le modalita’, i tempi, gli spazi…allora quello che posso offrirvi e’ solo il mio sorriso, la mia sofferenza e tutto cio’ che Gesu’ mettera’ nel mio cuore.Possa l’esempio umile di Maria suggerirci con quale spirito possiamo invocare il nostro papa’, e’ una figura che sara’ sempre nel mio cuore, perche’ anche io un giorno possa dire : l’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio mio Salvatore.Prego affinche’ chi ha vissuto la sua fede in vera santita’ possa esserci di esempio per accrescere la volonta’ di fidarci di colui che sa di cosa abbiamo bisogno , affinche’ possiamo dire come Francesco: Signore fa di me uno strumento di pace.Prego Gesu’ che possa donarci lo spirito consolatore affinche’ uniti agli angeli possiamo cantare l’alleluia della vittoria e in tutto cio’ abbraccio anche la speranza di chi non crede come i miei amici di rete, li porto tutti con me, qui nel mio cuore , perche’ io so che chi ha conosciuto l’amore ha conosciuto Dio , anche se loro non lo sanno:-)un abbraccio ad ognuno di voi, Giovy

  2. lucetta ha detto:

    "dove la mia relazione con il Padre attraverso il figlio e’ un alternarsi di lodi e di chiusure , un cammino che sembra non finire, non trovare pace eppure ogni giorno mi da la possibilita’ di crescere, vivere e morire a me stessa."Giovy mi ritrovo in queste tue parole. Proprio stasera, durante la Messa in "Coena Domini" mi ritrovavo a chiedermi se veramente AMO il Cristo, se veramente mi fido di LUI ……Mi sembra di amarLO tanto e poi però scivolo sempre in alcune mancanze di non amore del prossimo che mi delude. E’ duro far morire l’ego che reclama sempre, morire a se stessi è una lotta che durerà tutta la vita. L’importante non è riuscire……ma non mollare mai. Ti abbracc

  3. silvia ha detto:

    Non ho potuto partecipare alla liturgia di questa sera.La vivo interiormente, nel silenzio profondo del cuore, dove Lui si nasconde per farsi trovare anche nella confusione,nella dissipazione, nella sofferenza che mi circonda.Vorrei dire a Giovi un grazie speciale per la sua testimonianza di fede in Gesù.La fede in Lui ci unisce e con Lui possiamo camminare e lavorare insieme per il Regno.Buona Pasqua!

  4. Deborath ha detto:

    Ciao Giovy, è bello ritrovarti anche qui…Mi associo anch’io al benvenuto di Angelo…:0)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...