BENVENUTA MARINA !

BENVENUTA

MARINA

Secondo la tradizione il nome deriverebbe dall’aggettivo latino marina che significa "appartenente al mare". Quello che si vede sullo sfondo dovrebbe essere quello di Sorrento.

 

Marina sembra non usare le mezze misure. Il suo motto la dice lunga: La misura dell’amore è amare senza misura.

 

Mi sbaglierò, ma ho l’impressione che questa volta lo Spirito Santo non abbia steso soltanto un manto di benefica rugiada sulla nostra Compagnia… Ha deciso di inviarci addiritura un ciclone o, se preferite, una ragazza-terremoto. Lo capirete solo più avanti. Infatti, sulle prime – ad esempio leggendo questa riflessione – nulla lo fa presagire. Anzi!


 

Ma già si capisce che ha la stoffa del GLOBULO ROSSO, dalle viscere di misericordia:

 


 

C’è sempre gente che produce immagini sataniche di Dio, un Dio poliziotto che annota, in un grande libro, le nostre mancanze e i nostri peccati. L’ idea ci paralizza, ci terrorizza, ci pone l’uno contro l’altro: e la paura governa la vita.

 

Non è così!


L’unico libro dei conti di Gesù è la sabbia. Hai mai perso qualcosa nella sabbia? Non la ritroverai mai!

La sabbia ingoia tutto, la sabbia cancella tutto. Gesù scrive sulla sabbia perchè ha già perdonato tutto, proprio tutto: nulla rimane sulla sabbia.

 

Rallegrati! <Se il tuo cuore ti rimprovera, Dio è più grande del tuo cuore>

L’esatto contrario della paura è la Fede: bisogna scegliere tra quelli che hanno speranza e quelli che non hanno speranza, tra la cultura della vita e la cultura della morte.

SENZA LO SPIRITO SANTO, Dio è lontano,
il Cristo resta nel passato,
il Vangelo è lettera morta,
la Chiesa una semplice organizzazione,
l’autorità un dominio,
la missione una propaganda,
il culto una semplice evocazione,
e la condotta cristiana una morale da schiavi.
MA IN LUI, Dio è una sinergia indissolubile,
il cosmo viene risollevato e geme nel travaglio del Regno,
il Cristo risuscitato è vicino a noi,
il Vangelo diventa potenza di vita,
la Chiesa significa comunione trinitaria,
l’autorità un servizio liberatore,
la missione una Pentecoste,
la liturgia un memoriale e un’anticipazione,
l’agire umano viene divinizzato.

Marina è anche sognatrice e forse per questo ha deciso di piantare qui la sua tenda, tra sognatori:

 

TU PORTI UN SOGNO, TI ANIMA….un’irresistibile voglia di vivere, di fare qualcosa di grande. Un gran bisogno di amare, per esprimere il meglio di te stesso. una pressante aspirazione alla libertà, perchè non puoi essere felice da solo. Un profondo senso di giustizia, per rendere il mondo più umano.

Una continua ricerca di verità, per dare fondamento alla tua vita e ai tuoi ideali.

 

TI DICONO….quello che pensi è tutto bello; tutto giusto, ma…fai bene a scendere dalle nuvole e camminare con i piedi per terra. Col tempo, t’accorgerai che non puoi fare quello che vuoi e dovrai "adattarti".

 

Presto scoprirai che solo il forte va avanti, mentre il debole è sempre schiacciato.Vedrai che chi ha più soldi ha sempre ragione…e, se non sei furbo, resti a bocca asciutta. CREDI A TE STESSO….non lasciarti abbattere!

 

Non cedere! Perché il tuo sogno è vero e ciò in cui credi è giusto. Quello che senti dentro è qualcosa di autentico, di vero, di pulito. Il tuo sogno è nato con te, dono del tuo Creatore, ed è la parte migliore di te stesso.

 

CREDI FERMAMENTE IN LUI….Come Gesù, difendi il tuo sogno: "Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio? Essi non compresero le sue parole"

Ho fatto scorrere il suo blog e le pagine con l’azzurra onda marina, a indicare che in quel mese non ha scritto nulla, superano quelle dove trovi appunti e riflessioni. Ma se ti soffermi su queste, entri come in un vortice dove ti è preclusa ogni via di fuga.

 

Riporto una pagina che non è sua ma che fa d’introduzione ad altre sgorgate dalla sua anima, di una lucidità oserei dire spietata dove sa mette a nudo sia il cattolico che l’ateo presenti entrambi in ognuno di noi, in percentuale non dichiarata.

 

Salveeeeee! Ho trovato su internet questo estratto di frate Carlo Carretto, mi piace moltissimo, vorrei condividerlo con tutti i lettori del mio blog! Conosco molto poco di lui, ho letto poco e niente, ma mi ha appassionato subito! Tra breve acquisterò "l’utopia che ha il potere di salvarti"! Non mancherò di farvi sapere com’è! Un  bacio a tutti!".

"Quanto sei contestabile, Chiesa, eppure quanto ti amo! Quanto mi hai fatto soffrire, eppure quanto a te devo! Vorrei vederti distrutta, eppure ho bisogno della tua presenza. Mi hai dato tanti scandali, eppure mi hai fatto capire la santità! Nulla ho visto nel mondo di più oscurantista, più compromesso, più falso, e nulla ho toccato di più puro, di più generoso, di più bello.
Quante volte ho avuto la voglia di sbatterti in faccia la porta della mia anima, e quante volte ho pregato di poter morire tra le tue braccia sicure.
No, non posso liberarmi di te, perché sono te, pur non essendo completamente te.

 

E poi, dove andrei? A costruirne un’altra?

Ma non potrò costruirla se non con gli stessi difetti, perché sono i miei che porto dentro. E se la costruirò sarà la Mia Chiesa, non più quella di Cristo.

L’altro ieri un amico ha scritto una lettera ad un giornale: "Lascio la Chiesa perché, con la sua compromissione con i ricchi non è più credibile". Mi fa pena!

 

  • O è un sentimentale che non ha esperienza e lo scuso;
  • o è un orgoglioso che crede di essere migliore degli altri.

Nessuno di noi è credibile finché è su questa terra. San Francesco urlava: "Tu mi credi santo, e non sai che posso ancora avere dei figli con una prostituta, se Cristo non mi sostiene".

La credibilità non è degli uomini, è solo di Dio e del Cristo. Degli uomini è la debolezza e semmai la buona volontà di fare qualcosa di buono con l’aiuto della grazia che sgorga dalle vene invisibili della Chiesa visibile.
Forse la Chiesa di ieri era migliore di quella di oggi? Forse che la Chiesa di Gerusalemme era più credibile di quella di Roma?".

 

(…)
"Quando ero giovane non capivo perché Gesù, nonostante il rinnegamento di Pietro, lo volle capo, suo successore, primo papa. Ora non mi stupisco più e comprendo sempre meglio che avere fondato la Chiesa sulla tomba di un traditore, di un uomo che si spaventa per le chiacchiere di una serva, era un avvertimento continuo per mantenere ognuno di noi nella umiltà e nella coscienza della propria fragilità.

No, non vado fuori di questa Chiesa fondata su una pietra così debole, perché ne fonderei un’altra su una pietra ancora più debole che sono io".

(…)
"Ma poi c’è ancora un’altra cosa che è forse più bella. Lo Spirito Santo, che è l’Amore, è capace di vederci santi, immacolati, belli, anche se vestiti da mascalzoni e adulteri.

Il perdono di Dio, quando ci tocca, fa diventare trasparente Zaccheo il pubblicano, e immacolata la Maddalena, la peccatrice.

 

È come se il male non avesse potuto toccare la profondità metafisica dell’uomo. E’ come se l’Amore avesse impedito di lasciare imputridire l’anima lontana dall’Amore. "Io ho buttato i tuoi peccati dietro le mie spalle", dice Dio a ciascuno di noi, e continua: "Ti ho amato di amore eterno, per questo ti ho riservato la mia bontà. Ti edificherò di nuovo e tu sarai riedificata, vergine Israele" (Ger 31,3-4).

Ecco, ci chiama "vergini" anche quando siamo di ritorno dall’ennesima prostituzione nel corpo e nello spirito e nel cuore.

 

In questo, Dio è veramente Dio, cioè l’unico capace di fare le "cose nuove".
Perché non m’importa che Lui faccia i cieli e la terra nuovi, e più necessario che faccia "nuovi" i nostri cuori.

 

  • E questo è il lavoro di Cristo.
  • E questo è il lavoro divino della Chiesa.

Volete voi impedire questo "far nuovi i cuori", scacciando qualcuno dall’assemblea del popolo di Dio?

O volete voi, cercando altro luogo più sicuro, mettervi in pericolo di perdervi lo Spirito?".

Fratel Carlo Carretto

Diario


Attenta osservatrice, nel sondare con lucidità e competenza la psicologia dell’animo umano del cristiano medio, c’è nel suo dire una sottile vena di ironia mai però disgiunta da benevolenza, anche quando smaschera la nostra ipocrisia lasciandoci nudi e svergognati in mezzo alla piazza, pietosi a noi stessi.

Leggete qui e fatemi sapere:


TIPOLOGIE DI CATTOLICI – Marina Romano

TIPOLOGIA DI ATEI – Marina Romano

Gradisci questo simbolico
 omaggio floreale
per dirti che ti riceviamo come una
 benedizione Pasquale
 
nel giorno di Lunedì dell’Angelo

L’hai scritto di tuo pugno:

"…voglio mettermi a disposizione di Colui che "da sempre mi ha amato già"  (come mi suggeriscono le note di una canzone francescana).

Perdonatemi se non so esprimere bene la mia gioia di essere accolta tra i GLOBULI , ma credetemi, è tanta! "

 

E allora sai che facciamo? Cantiamo insieme un bel MAGNIFICAT!

Questa voce è stata pubblicata in AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA. Contrassegna il permalink.

7 risposte a BENVENUTA MARINA !

  1. lucetta ha detto:

    Grande Marina!!!!!!!Mi associo ad Angelo. Ho sorriso anzi riso come una matta nel leggere il tuo articolo sugli atei, mentre dentro mi cresceva sempre più una gioia incontenibile. GRAZIE. dieci, cento, mille MARINA

  2. lucetta ha detto:

    Ah dimenticavo di dirti che Carlo Carretto ha rappresentato un punto di riferimento nella mia gioventù (ormai passata anagraficamente ma nel cuore sempre attuale). Ho letto di lui tanto tanto tempo fa "Il Dio che viene" "Lettere dal deserto" "Ciò che conta è amare"

  3. angelo ha detto:

    Marina ha scritto:“wow! Grazie! non sapevo che interessasse così tanto il mio blogghettino….l’ho scritto praticamente per divertirmi riflettendo! Comunque ho dato un’occhiata al tuo blog: veramente molto bello, anche tu scrivi bene e gli argomenti sono bellissimi! Grazie per l’aggiunta e buona giornata anche a te!Ps: spero tu abbia trascorso una Buona Pasqua! ————————————–Cara Marina, mi auguro che non finisca qui ma che il tuo apporto di giovinezza credente e pensante possa raggiungere quanti più possibile e fare di noi, seppur dispersi sul territorio, una comunità fraterna in comunione tra noi e con la Chiesa del Signore, distributori di ossigeno terapeutico (la Divina Carità) nei loghi ed ambienti che frequentiamo. GLOBULI ROSSI, SCHIENE A DISPOSIZIONE DI DIO. Un patto personale con Lui, in “stato di missione” tra noi perché il mondo creda e siano risanate le sue ferite visibili e nascoste.Buona Divina Misericordia in arrivo!Le benedizoni divine sul tuo capo ed un abbraccio fraterno, personale e di tutti.

  4. Marina ha detto:

    wow! non avevo visto il tuo intervento! Siete gentilissimi ad accogliermi così! Davvero! Mi sto commuovendo! Comunque si, voglio mettermi a disposizione di Colui che "da sempre mi ha amato già" (come mi suggeriscono le note di una canzone francescana). Perdonatemi se non so esprimere bene la mia gioia di essere accolta tra i globuli, ma credetemi, è tanta! Un abbraccio fraterno, e ricambio anche l’augurio ad Angelo e a tutti i globulini di portare una ventata di ossigeno nei luoghi che conosciamo (sempre con il Suo aiuto, ovviamente…hihhihi)! Ziaoooo!

  5. angelo ha detto:

    Cara Marina, poiché l’hai scritto di tuo pugno: "…voglio mettermi a disposizione di Colui che "da sempre mi ha amato già" , non ci resta che pigiare sul video e cantare insieme il MAGNIFICAT. E’ Lui che riesce a fare delle nostre povere e fragili vite un luogo di stupore e di rinnovati prodigi.

  6. Deborath ha detto:

    Ciao Marinaaaa, benvenuta anche da parte mia… Ho clikkato un pò sui link messi da Angelo e che riguardano i tuoi scritti e devo dire, davvero notevoli, complimenti!!!A presto…:0)

  7. angelo ha detto:

    Aaaaaaaahhhhhhhh! IN VINO VERITAS!QUESTA, CARA MARINA, NON LA SAPEVAMO: "Io adoro la Sangriaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!! Sono una mbriacona di Sangrieeeee!".Adesso è chiaro perché sei venuta nei "GLOBULI ROSSI": IL VINO FA SANGUE. E il sangue si dona…PER TORNARE A BERE!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...