01 – CAMMIN FACENDO

 

 

 

01 – CAMMIN FACENDO

Riflettendo sulle voci che vengono dall’Alto per farmi ritrovare me stesso.

 

Di Angelo Nocent

 

  1. Oggi Silvia mi ha confidato:

    01brf

    L’unico Prete con cui sono in contatto, solo e-mail o sms, dopo vari mesi di silenzio, ieri mi ha scritto:Sei in croce. Solo Dio può farti scendere. Ma se non lo ha fatto con Suo figlio che ama, poichè ama anche te, non ti farà scendere!. Per un attimo sono rimasto senza parole. Poi ho realizzato: “Vuoi vedere che mi sta succedendo la medesima sorte?”. Uomo avvisato…

  2. Credo in Gesù e a Gesù, anche se fatico ancora a capirlo e seguirlo. Mi fido. Gli dò credito. Sono certo che Lui mi farà capire.

  3. Sono tra coloro che riflettono spesso su ciò che dovrei… si dovrebbe… fare. E se pensassi maggiormente a ciò che dovrei essere?

  4. Il mondo va male? Lo dicono tutti. Forse dovremmo svegliarci dal sonno letargico. Ha ragione chi ha scritto che l’unica cosa necessaria affinché il male trionfi è che gli uomini buoni non facciano nulla”.

  5. Tanti anni fa un educatore mi ha detto: “Domani sarai quello che vuoi essere oggi, perché il giovane è padre dell’adulto”. Mi rendo conto che aveva ragione.

  6. Se la ricchezza della vita non sta in quanto si possiede ma in quanto si dona, alle soglie dell’eternità  – spesso non me ne rendo conto – io mi ritrovo un povero straccione mendicante.

  7. Lo Spirito di Gesù è disarmante:

    « Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date » (Mt 10, 8).

    – « Che cosa mai possiedi che tu non abbia ricevuto? » (1 Cor 4, 7).

  8. Dio e i soldi: “Nessuno può servire due padroni: perché, o amerà l’uno e odierà l’altro; oppure preferirà il primo e disprezzerà il secondo. Non potete servire Dio e i soldi” (Matteo 6, 34).

  9. Io mi ritrovo al bivio, come don Abbondio: mite e persuasivo ma solo in don abbondio e i
 braviapparenza. Un grande fifone, «come un vaso di terra cotta, costretto a viaggiare in compagnia di molti vasi di ferro».

    Così me la piglio con il Renzo e Lucia di turno: «ragazzacci che, per non saper che fare, s’innamorano, voglion maritarsi, e non pensano ad altro ». cardinale federigo e innominato

  10. Dire tutto al Cardinale, ossia a Gesù, come suggerisce il buon senso di Perpetua e invocare la sua protezione? Mai più:
  • perché nel mio delirio penso che il Cardinale non può cancellare dalla mente di quei criminali di bravi l’intenzione omicida;
  • perché non può levarmi «una schioppettata nella schiena».

E’ una metafora. Dolorosamente vera e attuale.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in CAMMIN FACENDO - Riflessioni di un povero pellegrino cristiano. Contrassegna il permalink.

10 risposte a 01 – CAMMIN FACENDO

  1. donatella ha detto:

    Il percorso è lungo e difficile,caro Angelo…ci mettiamo nelle mani di Gesù ma a volte ascoltarlo, seguirlo, non è facile…ci rendiamo conto che siamo solo esseri umani…Un abbraccio e buon fine settimana

  2. lucetta ha detto:

    Ecco il tema della sofferenza che ritorna in continuazione e sotto varie forme nella vita di TUTTI. Le sofferenze sono tante e molteplici, alcune ce le procuriamo da soli per scelte sbagliate, altre provvedono gli altri e la vita stessa ma…………CHI ci aiuta a portarle è solo LUI e la vergine santa che prima di noi hanno sperimentato sulla loro pelle tutto il dolore possibile

  3. lucetta ha detto:

    Prima ci convinceremo che è proprio come ha detto il prete a Silvia…..e prima ci metteremo l’animo in pace. Dobbiamo convincerci che la sofferenza è benedizione!!!!!! Ma quanto è duro e difficile ACCETTARLO

  4. Deborath ha detto:

    Io proprio non ci riesco ad accettarlo e non so come fare…Più mi arrampico e più cado…Non lo so dove arriverò di questo passo….La sofferenza è una benedizione, dici tu… Che strana logica e quanto, quanto fa male!!!!

  5. lucetta ha detto:

    Sei ancora tanto giovane, Debby!!!!! Col tempo arriverai anche tu a capire questa logica che adesso ti sembra strana e per il momento chiedi aiuto allo Spirito santo che è il SOLO che può aiutarti.

  6. angelo ha detto:

    Più che arrampicarsi, forse è necessario inginocchiarsi (metaforicamente) e contemplare.La prima lettera di Pietro è ricca di spunti che aiutano a capire: Tanto per citare:«Anche Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti» (3, 18);"Poiché dunque Cristo soffrì nella carne, anche voi armatevi degli stessi sentimenti» (4, 1); «Nella misura in cui partecipate alle sofferenze di Cristo, rallegratevi» (v. 12).

  7. angelo ha detto:

    La gioia di comunicare alle sofferenze di Cristo nasce da una prolungata, profonda e amorosa meditazione sulla Passione del Signore.Non bisogna perciò stupirsi se questo grande segreto della gioia nella partecipazione ai dolori di Cristo ci rimane un po’ esteriore, non ci penetra dentro.

  8. silvia ha detto:

    Deborath, io non so se ho meditato.Se so stare "in ginocchio"…..la sofferenza non necessita di tante parole.E’ esperienza, è vita, e…SI!E’ la ns compagna, al seguito di Gesù.Il SI detto con gioia, non toglie la pena.Non sono – ancora ? -capace di dire con S.Francesco: tanto è il bene che mi aspetto che ogni pena mi è diletto.Per me, la pena è pena, ma …Lui sa che sono felice di stare con Lui.

  9. silvia ha detto:

    Accetto volentieri anche le prove, solo per stare con Lui, ORA. Non amo soffrire.Ma voglio stare con Lui, sempre e comunque.Io sono, solo se sono in Lui e Lui in me: altrimenti….preferisco il Paradiso!

  10. angelo ha detto:

    E invece Lui ti tiene qui perché lo rappresenti sulla terra e i tuoi giorni profumino di paradiso per lenire le pene ed allietare il cuore di coloro che ti stanno accanto.L’AMBULANZA, sempre pronta e vigile, è poca cosa, non è un ospedale. Ma quanto è preziosa e insostituibile nei momenti critici!Medico, moglie, mamma…tutti ruoli sacerdotali: "Fate questo in memoria di me". Una Messa senza fine.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...