PERCORSO DI GUARIGIONE – RNS Rimini 2011

34a Convocazione Nazionale RnS

Il Rinnovamento Nello Spirito si è riversato a Rimini nei giorni precedenti per l’appuntamento annuale.

http://www.rns-italia.it/default2.htm

A chi non ha potuto presenziare, viene qui offerto uno dei momenti più toccanti del convegno. Ma anche l’opportunità di una revisione di vita per poter riversare nel Crocifisso-Risorto  le situazioni dolorose di qualsisi natura che ci affliggono.  

Utili naturalmente anche tutti gli altri interventi che suggerisco di prendere in esame un po’ alla volta.

Nel video si dice che

  • Il Signore porterà a compimento l’opera che ha già iniziato.

  • Le Sue piaghe guariscono.

  • I tempi di guarigione non ci appartengono.

  •  A noi è chiesta l’apertura del cuore e l’abbandono fiducioso nelle Sue mani che sono “mani trafitte“.

Miniatura

http://youtu.be/JdkX_NJGisg

Dal Getsemani al Golgota un percorso di guarigione

 Sintesi dell’intervento di Jean Pliya

«Gesù Cristo risorto, vivo e presente, vi ama, vuole darvi il suo amore e mostrare la sua tenerezza per tutti voi».


 Con queste parole , Jean Pliya, scrittore e già Coordinatore Nazionale del Rinnovamento Carismatico Cattolico del Benin, inizia la sessione pomeridiana dedicata al perdono e alla guarigione.

Proclamando le parole dell’evangelista: « Egli ha preso le nostre infermità e si è caricato delle malattie» (Mt 8, 17),  Jean Pliya annuncia con forza con forza che il Signore conosce  le miserie dell’uomo e vuole ricoprirlo con la sua misericordia per guarirlo.

Per ricevere la sua guarigione dobbiamo

  • incontrare Gesù,
  • convertici
  • credere nel suo perdono.

Credere – continua Jean Pliya – è una decisione personale e una grazia che Dio ci concede se noi la desideriamo e la domandiamo.

Una condizione necessaria per farci vicini a Gesù è invece perdonare coloro che ci hanno offeso. Il perdono è un percorso attraverso cui il Signore ci guida e per condurci alla riconciliazione. Un percorso composto da sette tappe:

  1. domandare la grazia di perdonare, 
  2. desiderare il perdono,
  3. offrire a Dio le offese subite,
  4. chiedere a Dio di benedire chi ci ha offeso
  5. e benedirlo noi stessi,
  6. ricevere la pace
  7. e perseverare nella volontà di pace.

A causa di mancanza di perdono molte sono le grazie che domandiamo e non riceviamo – prosegue Jean Pliya – e la croce di Cristo è il luogo in cui Dio dimostra tutto il suo amore perdonando ogni tipo di peccato.

Passando dal Getsemani, luogo in cui Gesù suda sangue per l’angoscia, la solitudine e la tristezza¬, al Golgota, in cui dona la vita, egli lava nel suo sangue ogni sofferenza dell’uomo e lo guarisce.

Ancora oggi egli si fa incontrare nella Parola e nell’Eucaristia, vero pane di vita, per sanare spirito e corpo. Allora – lo Scrittore esorta infine l’Assemblea – è tempo di accostarsi a Gesù con vera fede, certi che le sue piaghe guariscono, rendendogli testimonianza anche se sarà necessario attendere che egli porti a compimento ciò che ha iniziato.

Anna Pugliese

I CANTI LITURGICI E GLI INTERVENTI DI PADRE RANIERO CANTALAMESSA

“Il battesimo nello Spirito”  Miniaturahttp://youtu.be/9b4c6IRa2xo

Bellissimo intervento. Da ascoltare assolutamente! Niente di meglio in preparazione alla Pentecoste.

Nella stessa pagina tutti gli altri video correlati.

Questa voce è stata pubblicata in GESU' GUARISCE ANCORA. Contrassegna il permalink.

4 risposte a PERCORSO DI GUARIGIONE – RNS Rimini 2011

  1. lucetta ha detto:

    In questi giorni di novena allo Spirito Santo, spesso c’è il vento che soffia a volte forte e impetuoso….e allora mi viene da dire e cantare mentalmente: ” Parlami nel vento della sera e il tuo fuoco sarà luce nella notte….”

    • angelonocent ha detto:

      IL VIAGGIO

      Padre, Tu non sei un Dio frenetico: non Ti lasci prendere dall’agitazione di chi è in perenne lotta con il tempo.

      Regala qualche sosta al Tuo popolo perchè si fermi sotto la Tua “nube” per riassaporare, nella gratitudine, la freschezza della Tua ombra e ritrovare l’agilità di un buon passo sulla strada che ancora ci resta da fare.

      Nella Tua tenerezza, Tu non sei avaro di ristoro e di pace per quanti ami.

      Quando ci fermiamo per pigrizia, per incapacità o per colpa, la Tua nube sosti sul nostro capo e resti con noi finchè ci rialziamo di nuovo.

      Mandaci la brezza leggera dello Spirito, che offre suggerimenti interiori, produce mentalità senza ricorrere alla forza e spinge al cambio senza creare traumi.

      Don Tonino Bello

      • lucetta ha detto:

        Il cambiamento avviene senza che ce ne accorgiamo. Un bel giorno ci ritroviamo capaci di fare cose che prima sembravano irrangiungibili. A me capita così.

  2. silvia ha detto:

    Grazie, è conforto e speranza. Una carezza di Gesù, in un tempo di croce senza fine!
    Una brezza dolce e leggera.Un balsamo sulle ferite.
    Sperare ancora, è il Dono atteso!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...