CON LA MADONNA DEL SABATO SANTO – Angelo Nocent


A Natale in quegli occhi Maria già intravedeva il Calvario ma anche un’alba di Risurrezione.

Gesù deposto - ciseri-antonio-deposizione-di-gesu-artfond

CONTEMPLAZIONE

  • Il disagio dei primi credenti
  • nella veglia del Sabato Santo
  • è lo stesso che prova anche ora
  • la tua Chiesa dispersa, Signore.
  • La tua morte, il silenzio di tomba
  • ci sgomenta, ci mette paura;
  • noi leggiamo il silenzio di Dio
  • come fine di ogni speranza.
  • I due terzi del mondo è di oppressi,
  • c’è chi muore di fame e di sete,
  • i potenti trionfano ancora,
  • per i miti c’è solo disprezzo.
  • A che giova fermarsi a guardare
  • i confusi cristiani di allora?
  • Non è forse un “cercare tra i morti” (Lc.24,2-6.22-23)
  • quella luce del Cristo Risorto?
  • Pellegrini nel Sabato Santo
  • aneliamo ad un solo traguardo:
  • la Domenica senza tramonto
  • che il Signore dischiude alla fine.
  • Una sosta per fare memoria
  • di smarriti discepoli allora,
  • ai credenti sbandati di oggi
  • converrebbe per prendere fiato.
  • Il cristiano interpelli Maria:
  • come vive il suo “Sabato Santo”,
  • il suo dramma di donna credente
  • da un abisso d’immenso dolore?
  • La Madonna si fida, è sicura,
  • Lei rimane la “Virgo fidelis”.
  • Ha qualcosa da dirci anche ora
  • sul passaggio tra fede e Mistero.
  • I discepoli, morto il Signore,
  • sono muti, sorpresi, smarriti;
  • la memoria ha un vuoto profondo:
  • non ricordano più le promesse.
  • Come “stolti e tardi di cuore”, (Lc.24,25)
  • nel Cenacolo stanno rinchiusi
  • perché in preda a una grande paura.
  • Eppur sanno che il Rabbi è risorto.
  • C’è chi accoglie la “buona notizia”
  • del Signore Risorto, anche oggi,
  • ma il rigetto, la crisi di dubbio,
  • sono parte di noi che crediamo.
  • Se il Signore Gesù, crocifisso,
  • vive già nella gloria del Padre,
  • l’evidenza permane velata,
  • si contempla con sguardo di fede.
  • Per accogliere il dono promesso,
  • per aprirci alle Sacre Scritture, (Lc.24,43)
  • e sperare “contr’ogni speranza”, (Rom.8,24)
  • c’è d’esempio la Madre anche ora.
  • In quel Venerdì Santo di lutto,
  • “Con sé prese Giovanni, Maria”,(Gv.19,27)
  • nel suo cuore e nella sua casa,
  • con Lei visse il Sabato Santo.
  • Pur travolta da immenso dolore,
  • sotto il Figlio pendente dal Legno,
  • è rimasta in silenzio adorante,
  • lunga veglia d’attesa fidente.

Gesù  deposto _Weydeng.Kladeni

  • In silenzio rimane anche quando
  • viene posto Gesù nel sepolcro,
  • da quel “buio su tutta la terra” (Mc.15,33)
  • al “mattino del giorno di Pasqua”. (Mc.16,2)
  • Lei è donna di fede assoluta,
  • crede proprio ai disegni di Dio,
  • perché sa che il Signore è fedele
  • e consola in ogni sventura.
  • Come può consolare la fede?
  • Percependo la gloria di Dio,
  • manifesta nei gesti del Padre:
  • è per grazia di Spirito Santo.
  • Evidente è il dolore del mondo;
  • il morire, ci pesa sul cuore.
  • Ma è lampante la “gloria di Dio”
  • che possiamo vedere per dono.
  • La Sua luce è talmente splendente
  • che raggiunge anche i più tenebrosi
  • labirinti del vivere umano,
  • rivelandoci i provvidi gesti.
  • Dio consola anche oggi ogni uomo.
  • Il credente, se osserva Maria,
  • percepisce da chi è consolata
  • nella mente ed anche nel cuore.
  • E’ un mosaico la Sacra Scrittura.
  • Dio consola la mente dell’uomo
  • con i gesti e la Santa Parola,
  • messi l’uno a confronto con l’altra.
  • L’armonioso disegno convince
  • se la mente si lascia inondare
  • dalla luce che sprizza ogni pietra
  • sotto gli occhi dell’uomo di fede.
  • Intuire in un unico sguardo
  • la ricchezza armoniosa del “credo”,
  • è quel dono che fa presagire
  • ed entrare nel piano di Dio.
  • Se la mente s’inonda di luce,
  • anche il cuore dilata e straripa
  • in perenne ardente preghiera:
  • quel “ripetersi dentro ogni cosa”. (Lc.2,19 – Lc.2,51)
  • Percepire la gloria di Dio
  • è poterci fidare di Lui
  • ed amarlo nel greve silenzio,
  • anche quando sembriamo sconfitti.
  • Ogni giusto ha la sua primavera.
  • Ma germoglia, fiorisce, profuma,
  • accettando, paziente, il morire
  • nel silenzio fecondo di Dio.
  • Tu per prima hai posato i tuoi occhi
  • sul Dio nudo, vestito di carne;
  • l’hai avvolto con tenero sguardo
  • prima ancora di metterlo in fasce.
  • Il Neonato è un agnello tremante
  • che ha bisogno di tenero affetto,
  • di sentire la madre vicina,
  • di posare il suo capo sul cuore.
  • Il tuo labbro di madre stupita
  • la Sua pelle ha travolto di baci
  • e coperto di dolci carezze
  • quel Bambino-Prodigio-di-Dio.
  • Il Suo arrivo da secoli atteso,
  • annunciato dai santi profeti
  • e spiato dai tempi remoti,
  • non fu visto dai suoi patriarchi.
  • Nelle notti d’inverno i pastori,
  • chiacchierando e soffiando sul fuoco,
  • si trovavano spesso a parlare
  • di Colui che sarebbe venuto.
  • Primavere trascorse dai padri
  • a spiare le stelle coi figli
  • e cullarli con dolci cadenze
  • di famose antiche elegie:
  • “Squarcia i cieli e discendi, Signore!…”
  • E alle nubi: “Pioveteci il Giusto!…”
  • Poi chiudevano gl’occhi spossati
  • e, talvolta, perfino delusi.
  • Le sognanti ragazze di Sion,
  • profumate di ingenui presagi,
  • avanzavano ipotesi arcane
  • di materne visioni, deluse.
  • Si può dire che gli occhi di tutti,
  • dai vegliardi, giù giù fino ai bimbi,
  • anelassero il Volto Divino,
  • supplicato, implorato dai Padri.
  • Occhi stanchi, delusi, protesi,
  • angosciati, avviliti o già spenti,
  • malinconici, splendidi, accesi…
  • Occhi mai esauditi dal Cielo.
  • Sei la prima a vedere, Maria,
  • l’attesissimo volto di Dio;
  • Tu, puerpera, tremi d’amore
  • e riassumi gli sguardi di tutti.
  • Si concentrano nelle pupille
  • le tensioni di tutto Israele,
  • si riaccende la lunga catena
  • degli sguardi mai prima esauditi.
  • D’altra parte chi avrebbe potuto
  •  fare degna accoglienza a quel Figlio,
  • concepito e voluto dal Padre,
  • se non occhi purissimi e casti?
  • Dopo te, il privilegio è toccato
  • a Giuseppe, il legittimo sposo;
  • lo vedranno i pastori e la gente…
  • Morirà Simeone felice.
  • Sei la prima ad aver contemplato
  • quella carne di Dio che hai tessuto;
  • ma sei anche colei che per prima
  • Dio ha visto con gli occhi di carne.

Gesù - Tomba vuota Pietra rotonda

  • Ora noi lo vediamo per fede
  • e con tanta fatica ogni giorno.
  • Forse abbiamo lo sguardo proteso
  • verso volti che sono miraggi.
  • Sei la prima che fissa negli occhi
  • ogni bimbo che viene alla luce
  • per imprimergli nelle pupille
  • nostalgia di quel Viso radioso.
  • Grazie, Amica dei nostri Natali.
  • Per poterti occupare di noi,
  • hai cullato, cresciuto il Bambino
  • e subìto strazianti dolori.
  • Grazie, Madre, dal tenero sguardo,
  • per avere accettato di farlo.
  • E’ più facile ora l’attesa
  • del mattino radioso di Pasqua.
  • (Angelo Nocent)

Questa voce è stata pubblicata in APPUNTI - Angelo Nocent, GLOBULI ROSSI COMPANY. Contrassegna il permalink.

17 risposte a CON LA MADONNA DEL SABATO SANTO – Angelo Nocent

  1. angelonocent ha detto:

    OGGI NON SO DIRE DI PIU’ DI QUANTO ABBIA UDITO IN QUESTA NOTTE PASQUALE. E VADO DIFFONDENDOLO COME FOSSE UNA BELLA SORPRENDENTE NOTIZIA, USCITA DALL’UOVO DI PASQUA DI NOI, POVERI ADULTI, EMOTIVI PER UN ATTIMO, E, SUBITO DOPO, TANTO INDIFFERENTI.

    Ognuno di noi ha un passato. FoSSe anche miserevole, di colpe, di peccati, nella notte di Pasqua cosa canta il diacono nel Preconio?

    “…
    Nessun vantaggio per noi essere nati, se Lui non ci avesse redenti.

    O immensità del tuo amore per no…i! O inestimabile segno di bontà:
    per riscattare lo schiavo, hai sacrificato il tuo Figlio!

    Davvero era necessario il peccato di Adamo,
    che è stato distrutto con la morte del Cristo.

    Felice colpa, che meritò di avere un così grande redentore!

    O notte beata, tu sola hai meritato di conoscere
    il tempo e l’ora in cui Cristo è risorto dagli inferi.

    Di questa notte è stato scritto: la notte splenderà come il giorno,
    e sarà fonte di luce per la mia delizia.

    Il santo mistero di questa notte sconfigge il male,
    lava le colpe, restituisce l’innocenza ai peccatori,
    la gioia agli afflitti.

    Dissipa l’odio, piega la durezza dei potenti,
    promuove la concordia e la pace.

    O notte veramente gloriosa,
    che ricongiunge la terra al cielo e l’uomo al suo creatore! “

    GIOIOSA PASQUA NEL CUORE !

  2. lucetta ha detto:

    Sono passata a leggere ed a salutarti. Lascio questo video per tutti i globuli.

  3. fabiana ha detto:

    Grazie!!!
    Buona Pasqua! A tutti.

  4. fabiana ha detto:

    Domani è l’anniversario dell’inizio della mia conversione …
    Una preghiera🙂
    Grazie.
    E in più c’è una di noi che fa la sua consacrazione nell’ordo v.
    e devo accompagnarla all’altare.
    Sono molto felice per lei!

    • angelonocent ha detto:

      LA FELICITA’ E’ ANCHE NOSTRA. UN NUOVO SEGNO ESCATOLOGICO.

      LITURGIA DI CONSACRAZIONE

      http://www.ordovirginumtoscana.it/rito.pdf

      RIT. ECCOMI, ECCOMI!
      SIGNORE IO VENGO.
      ECCOMI, ECCOMI!
      SI COMPIA IN ME LA TUA VOLONTÀ.

      Nel mio Signore ho sperato
      e su di me s’è chinato,
      ha dato ascolto al mio grido,
      m’ha liberato dalla morte.

      RIT.

      I miei piedi ha reso saldi,
      sicuri ha reso i miei passi.
      Ha messo sulla mia bocca
      un nuovo canto di lode.

      RIT.

      Il sacrificio non gradisci,
      ma m’hai aperto l’orecchio,
      non hai voluto olocausti,
      allora ho detto: Io vengo!

      RIT.

      Sul tuo libro di me è scritto:
      Si compia il tuo volere.
      Questo, mio Dio, desidero,
      la tua legge è nel mio cuore.

      RIT.

      La tua giustizia ho proclamato,
      non tengo chiuse le labbra.
      Non rifiutarmi Signore,
      la tua misericordia.

      RIT.

  5. Deborath ha detto:

    Ciao Papi, tantissimi auguri di Buona Pasqua anche a te ed alla tua famiglia…
    TVB…

  6. msilvia2 ha detto:

    Ho letto.Grazie, Angelo.
    Anche se ormai è notte, è sempre Pasqua: grazie.
    Buona Pasqua a tutti.
    Auguri in particolare a Fabiana ed alla sorella che accompagna oggi : pregate per tutti!

  7. fabiana ha detto:

    Sarà fatto M.Silvia!
    Ci siamo.

  8. fabiana ha detto:

    Grazie Angelo del servizio col Card. Scola.
    Mi commuove🙂
    Se potessi
    ti invierei alcune immagini della mia consacrazione!
    Un amico ha ripreso …
    ma non so come si fa.

  9. fabiana ha detto:

    Angelo!!!
    BUON ONOMASTICO!!!!
    UN ABBRACCIONE

    • angelonocent ha detto:

      Grazie!

      “Ma l’angelo disse alle donne: Non abbiate paura, voi!
      So che cercate Gesù il crocifisso. Non è qui.
      È risorto, come aveva detto;
      venite a vedere il luogo dove era deposto.
      Presto, andate a dire ai suoi discepoli:
      è risuscitato dai morti,
      e ora vi precede in Galilea; là lo vedrete.
      (Matteo 5,7)

      • lucetta ha detto:

        Auguri Angelo e….. mi piace proprio la precisazione dell’angelo: “Non abbiate paura, voi!”
        Quel VOI mi incoraggia molto. Non ho paura, non voglio avere paura di nulla.

  10. msilvia2 ha detto:

    Auguri, Angelo: BUON ONOMASTICO!
    Le parole dell’angelo, sono incoraggianti, anche per me. Nel ” voi ” posso sentirmi inclusa e sperare di non avere paura. Per grazia.

  11. msilvia2 ha detto:

    Natale è per me, sempre, ma credo che in realtà non possa essere vissuto diversamente, in dimensione Pasquale.
    Tanti auguri, a tutti.
    Vicini e lontani.Presenti e assenti.
    Vivi…in terra e in cielo!

  12. Pingback: CON LA MADONNA DEL SABATO SANTO – Angelo Nocent | GLOBULI ROSSI COMPANY

  13. Pingback: CON MARIA NEL SILENZIO DI DIO DEL SABATO SANTO – Angelo Nocent | GLOBULI ROSSI COMPANY

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...