ASSUNTA NEI CIELI E FRA NOI SULLA TERRA- Angelo Nocent

Maria Assunta In Cielo

La liturgia odierna mostra alla nostra contemplazione il mistero di Maria assunta al cielo in anima e corpo. Parlando di questo punto fermo della nostra fede, il Concilio Vaticano II ci ha ricordato:

concilio-vaticano secondoLa madre di Gesù, come in cielo, in cui è già glorificata nel corpo e nell’anima, costituisce l’immagine e l’inizio della Chiesa che dovrà avere il suo compimento nell’età futura, così sulla terra brilla ora innanzi al pellegrinante popolo di Dio quale segno di sicura speranza e di consolazione, fino a quando non verrà il giorno del Signore” (LG 68).


Sicura speranza e consolazione.

Gussago - Assunzione-di-M.V.Concedici o Madre, di sentirci consolati e pieni di speranza per il fatto che tu sei già con Dio nell’interezza della tua persona; e quello che LUI ha già realizzato in in te desidera realizzarlo anche in ognuno di noi.

Possiamo sentirci consolati e pieni di speranza per il fatto che Tu, Maria partecipi già in modo pieno alla pasqua del tuo Figlio Gesù, che è vittoria sul peccato e sulla morte; e la stessa piena partecipazione Gesù desidera poterla donare anche a noi.

Possiamo sentirci consolati e pieni di speranza per il fatto che lo Spirito Santo ha già santificato te completamente, nella tua anima e nel tuo corpo; e quello stesso Spirito Santo opera anche in noi, se siamo docili a Lui, per trasformare anche noi a immagine e somiglianza di Gesù risorto.

  • Assunta_in_CieloMaria, tu non sei fantasia di poeti, di artisti, né di un romanzo teologico.
  • Tu sei donna reale,
  • Vergine e Madre,
  • figlia della terra prima di essere regina del cielo,
  • soggetta alla condizione umana, prima di essere regina degli angeli
  • pronta a dividere gioie e dolori della maternità come ogni madre umana,
  • vivente di fede  come ogni fedele,
  • sensibile come ogni creatura ai misteri più profondi della vita e della morte.
  • Madre di ogni nascita,
  • chiarore che annuncia l’alba evangelica,
  • sii al nostro fianco fino al tramonto di ogni nostra esistenza, come lo fosti sotto la croce.
  • Ti percepiamo come un’ombra e un soffio, ma ci basta per continuare a vivere e per morire.
  • Il resto è affidato alla tenerezza delle tue mani e alla dolcezza del tuo volto, più che nelle pupille, impresso nelle pieghe dell’anima.

sant'AntonioS. Antonio di Padova, lo aveva compreso già otto secoli fa. nel suo Sermone su Maria assunta in cielo, ci ha lasciato una preghiera

Ti preghiamo, o nostra Signora, nobile Madre di Dio, esaltata al di sopra dei cori degli angeli,

  • di riempire il vaso del nostro cuore con la grazia celeste;
  • di farci splendere dell’oro della sapienza;
  • di sostenerci con la potenza della tua intercessione;
  • di ornarci con le pietre preziose delle tue virtù;
  • di effondere su di noi, o oliva benedetta, l’olio della tua misericordia, con il quale coprire la moltitudine dei nostri peccati, ed essere così trovati degni di venir innalzati alle altezze della gloria celeste e vivere felici in eterno con i beati del cielo.


Ce lo conceda Gesù Cristo, tuo Figlio, che oggi ti ha esaltata al di sopra dei cori degli angeli, ti ha incoronata con il diadema del regno, e ti ha posta sul trono dell’eterno splendore.

A lui sia onore e gloria per i secoli eterni. Amen.”

2013

/ASSUNZIONE DI MARIA 2013/

Assunta in cielo 02

ASSUNTA IN CIELO ? IL DOGMA DICE PROPRIO COSI?


Pio XII 2Per comprendere il commento che segue, del biblista Padre Fernando Armellini, riporto il testo della solenne definizione dogmatica:

«Pertanto, dopo avere innalzato ancora a Dio supplici istanze, e avere invocato la luce dello Spirito di Verità, a gloria di Dio onnipotente, che ha riversato in Maria vergine la sua speciale benevolenza a onore del suo Figlio, Re immortale dei secoli e vincitore del peccato e della morte, a maggior gloria della sua augusta Madre e a gioia ed esultanza di tutta la chiesa, per l’autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei santi apostoli Pietro e Paolo e Nostra, pronunziamo, dichiariamo e definiamo essere dogma da Dio rivelato che: l’immacolata Madre di Dio sempre vergine Maria, terminato il corso della vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo».

http://www.lachiesa.it/COMMENTOcalendario/omelie/pages/Detailed/32253.html

 

Assunta nei Cieli

Questa voce è stata pubblicata in GLOBULI ROSSI COMPANY. Contrassegna il permalink.

5 risposte a ASSUNTA NEI CIELI E FRA NOI SULLA TERRA- Angelo Nocent

  1. lucetta ha detto:

    Buona festa dell’ASSUNTA caro Angelo.

    “Maria rimase sola, non si mosse, tutt’assorta in preghiera;
    era una sola cosa col Verbo del Padre, fattosi piccolo, silenzioso e Prigioniero per amore.
    Ella era, in quel momento, la sua parola;
    Ella doveva raccoglierla dalla profondità del suo seno, e farla erompere dalle sue labbra, come erompe la fresca polla d’acqua dagli abissi del suolo.
    Pregò.
    Era in suo intimo possesso la vita divina,
    era mille e mille volte di più di un’anima che dopo la Comunione prega, ringrazia e adora, per pregare col suo Redentore.
    Pregò, e il suo fervore era come triplice fiamma accesa in Lei dallo Spirito Santo,
    era fiamma che voleva diffondersi nella carità,
    perché l’amore a Dio porta con sé immancabilmente quello del prossimo.
    Pregò.”
    (Padre Dolindo)

  2. lucetta ha detto:

    L’ha ribloggato su …Semplicemente insieme…e ha commentato:
    Un omaggio alla MAMMA CELESTE. Grazie Angelo.
    Lucetta

    • angelonocent ha detto:

      Grazie, Lucetta, ho appena aggiunto questo anelito, che non hai letto,
      sgorgato dal cuore questa mattina:

      Maria, tu non sei fantasia di poeti, di artisti, né di un romanzo teologico.

      – Tu sei donna reale,
      – Vergine e Madre,
      – figlia della terra prima di essere regina del cielo,
      – soggetta alla condizione umana, prima di essere regina degli angeli
      – pronta a dividere gioie e dolori della maternità come ogni madre umana,
      vivente di fede come ogni fedele,
      – sensibile come ogni creatura ai misteri più profondi della vita e della morte.

      – Madre di ogni nascita,
      – chiarore che annuncia l’alba evangelica,
      – sii al nostro fianco fino al tramonto di ogni nostra esistenza, come lo fosti sotto la croce.
      – Ti percepiamo come un’ombra e un soffio, ma ci basta per continuare a vivere e per morire.
      – Il resto è affidato alla tenerezza delle tue mani e alla dolcezza del tuo volto, più che nelle pupille, impresso nelle
      pieghe dell’anima.

  3. angelonocent ha detto:

    DALLA LITURGIA ODIERNA DELLE LODI:

    INNO

    «Vergine madre, figlia del tuo figlio,
    umile e alta più che creatura,
    termine fisso d’eterno consiglio,

    tu se’ colei che l’umana natura
    nobilitasti sì, che ‘l suo fattore
    non disdegnò di farsi sua fattura.

    Nel ventre tuo si raccese l’amore
    per lo cui caldo ne l’eterna pace
    così è germinato questo fiore.

    Qui se’ a noi meridïana face
    di caritate, e giuso, intra i mortali,
    se’ di speranza fontana vivace.

    Donna, se’ tanto grande e tanto vali,
    che qual vuol grazia ed a te non ricorre,
    sua disïanza vuol volar sanz’ali.

    La tua benignità non pur soccorre
    a chi domanda, ma molte fïate
    liberamente al dimandar precorre.

    In te misericordia, in te pietate,
    in te manificienza, in te s’aduna
    quantunque in creatura è di bontate».

    1 ant.
    Vieni, Vergine Maria, coronata di bellezza:
    entra nella casa del tuo Signore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...