1897: TERESA – RICCARDO – PAOLO VI – Angelo Nocent

Downloads125-0011897

Proprio nell’anno in cui TERESA DI GESU’ BAMBINO E DE VOLTO SANTO moriva, sono nati SAN RICCARDO PAMPURI E GIAN BATTISTA  MONTINI. Quest’ultimo poi, che tra pochi giorni venereremo come “Beato PAOLO VI”, è nato proprio lo stesso giorno in cui è morta la giovane carmelitana: 30 Settembre.

Pictures46

Umiltà, semplicità evangelica e fiducia in Dio che caratterizzano la sua spiritualità, sono anche le virtù che tanto influenzeranno il giovane medico condotto di Morimondo e il religioso poi, morto il 1 Maggio 1930, a soli 33 anni, consumato anche lui da un’affezione polmonare che si sarebbe potuta facilmente risolvere con la penicillina.  Alexander Fleming la scoprì nel 1929 ma il nuovo portento verrà utilizzato solo nel 1941.

Nell’Ufficio Divino della festa liturgica di Santa Teresa, si legge una pagina della sua autobiografia, che una promessa mantenuta:

Nel cuore della Chiesa io sarò l’amore

Santa Teresa di Gesù Bambino 3Siccome le mie immense aspirazioni erano per me un martirio, mi rivolsi alle lettere di san Paolo, per trovarvi finalmente una risposta. Gli occhi mi caddero per caso sui capitoli 12 e 13 della prima lettera ai Corinzi, e lessi nel primo che tutti non possono essere al tempo stesso apostoli, profeti e dottori e che la Chiesa si compone di varie membra e che l’occhio non può essere contemporaneamente la mano. Una risposta certo chiara, ma non tale da appagare i miei desideri e di darmi la pace.

Continuai nella lettura e non mi perdetti d’animo. Trovai così una frase che mi diede sollievo: «Aspirate ai carismi più grandi. E io vi mostrerò una via migliore di tutte» (1 Cor 12, 31). L’Apostolo infatti dichiara che anche i carismi migliori sono un nulla senza la carità, e che questa medesima carità è la via più perfetta che conduce con sicurezza a Dio.Avevo trovato finalmente la pace.

Considerando il corpo mistico della Chiesa, non mi ritrovavo in nessuna delle membra che san Paolo aveva descritto, o meglio, volevo vedermi in tutte. La carità mi offrì il cardine della mia vocazione. Compresi che la Chiesa ha un corpo composto di varie membra, ma che in questo corpo non può mancare il membro necessario e più nobile. Compresi che la Chiesa ha un cuore, un cuore bruciato dall’amore. Capii che solo l’amore spinge all’azione le membra della Chiesa e che, spento questo amore, gli apostoli non avrebbero più annunziato il Vangelo, i martiri non avrebbero più versato il loro sangue. Compresi e conobbi che l’amore abbraccia in sé tutte le vocazioni, che l’amore è tutto, che si estende a tutti i tempi e a tutti i luoghi, in una parola, che l’amore è eterno.

Allora con somma gioia ed estasi dell’animo gridai: O Gesù, mio amore, ho trovato finalmente la mia vocazione. La mia vocazione è l’amore. Sì, ho trovato il mio posto nella Chiesa, e questo posto me lo hai dato tu, o mio Dio.
Nel cuore della Chiesa, mia madre, io sarò l’amore ed in tal modo sarò tutto e il mio desiderio si tradurrà in realtà.

Santa_Teresa di Gesù Bambino  002Sul letto di morte.

La riesumazione della salma

Santa Teresa di Gesù Bambino e del Volto Santo - urnaL’urna contenente le spoglie mortali

Questa voce è stata pubblicata in GLOBULI ROSSI COMPANY. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...