EUCARISTIA DOMENICALE: meditare, tacere, parlare, dire… Angelo Nocent

Carlo Maria Martini


Qui ci viene indicato dal Card. Martini, in forma di preghiera, il  modo di accedere alla MESSA DOMENICALE (o quotidiana), guidati dallo Spirito.
Monte CremascoMentre muoviamo i passi verso il luogo del culto divino, è utile rendersi conto che siamo NELLA REALTA’ DELLA RISURREZIONE, ossia del superamento dell’avvilimento, della disperazione, di tutte le chiusure di speranza, perché stiamo andando all’appuntamento con la SPERANZA DELLA GLORIA che è CRISTO SIGNORE con il quale  si va a rinnovare il “VOI IN ME ED IO IN VOI” (Gv 14,20).

In altra parte l’Arcivescovo ha scritto: “Se il cristiano si lascia guidare dalla tristezza e dallo sconforto, fosse anche sconforto per i propri peccati, senza continuare a credere nella forza della Risurrezione di Cristo, non è sotto l’azione dello SPIRITO DI VERITA“.

carlo-maria-martini-le-mani-oranti

Carlo Maria Martini

Ti rendiamo grazie, o Padre.
Nelle tue mani, Padre santo e misericordioso,
mettiamo la nostra vita.

  • Tu ce l’hai donata.
  • Tu la guidi e la riempi dei tuoi doni.
  • Tu rimani accanto a noi,
    come roccia salda e amico fedele,
    anche quando noi ci dimentichiamo di te.
    Ma ora torniamo a te.

Vogliamo affidarci alla guida sicura delle tue mani.

  • Esse ci conducono alla croce.
  • Noi guardiamo Gesù crocifisso.
  • Sentiamo il bisogno di meditare e di tacere a lungo.
  • Sentiamo anche il bisogno di parlare
    per dirti grazie e per far conoscere a tutti gli uomini
    le meraviglie del tuo amore.

La croce di Gesù è il gesto supremo
della tua tolleranza con noi peccatori.
Gesù è il Figlio tuo,
diventato nostro fratello.
Noi ci siamo separati da te, fonte della vita,
e abbiamo incontrato la morte.

Egli però non si è fermato dinanzi al peccato e alla morte,
ma, con la forza dell’amore,
ha distrutto il peccato,
ha redento il dolore,
ha vinto la morte.

La croce di Gesù ci rivela che il tuo amore
è più forte di ogni cosa.
Il dono misterioso e fecondo,
che scaturisce dalla croce,

  • è lo Spirito Santo, che ci unisce a Gesù,
  • ci rende partecipi della sua obbedienza filiale,
  • ci comunica la sua volontà di attrarre ogni uomo
    nella gioia di una vita
    riconciliata e rinnovata dell’amore.

Nella tua bontà verso di noi, o Padre,
tu hai voluto
che il dono interiore dello Spirito fosse accompagnato
da un segno vivo ed efficace del dono che Gesù
ha fatto della propria vita a te e a ogni uomo.

Per questo, il giorno prima di morire sulla croce,
Gesù lavò i piedi ai suoi discepoli
e, mentre cenava con loro,
diede loro se stesso in cibo,
sotto i segni del pane e del vino,
che la sua parola onnipotente
aveva trasformato nel suo corpo e nel suo sangue,
comandando loro di ripete questo gesto in sua memoria
sino alla fine del mondo.

Ogni volta che noi,

  • convocati dallo Spirito
    nella comunità presieduta dai successori degli apostoli,
  • illuminati dall’ascolto della Parola,
  • animati dalla fede nel Figlio di Dio
    morto e risorto per noi,
  • obbediamo al comando di Gesù
    e facciamo memoria di lui,
  • siamo realmente visitati dalla presenza del Signore
    e veniamo inseriti nel mistero della sua pasqua.

Non solo possiamo contemplare la croce,
ma diventiamo una cosa sola con Gesù crocifisso.
Non solo possiamo aspirare a una fraternità
più sincera con ogni uomo,
ma diventiamo una sola cosa con Gesù,
che di ogni uomo è fratello
e per ogni uomo ha dato la vita.

Emmaus

Ti rendiamo grazie, o Padre,
per tutti i doni della vita
che ci hai offerto nel Figlio tuo Gesù
e che sono compendiati nell’eucaristia
tu stessa ci offri il modo di renderti grazie
come a te si conviene,
nel Figlio tuo Gesù.

Aiutaci a vivere sempre in rendimento di grazie.
Fa’ che celebriamo l’eucaristia con il cuore puro,
con l’animo preparato,
in piena obbedienza a quanto Gesù ci ha comandato
e la chiesa ci insegna.

Fa’ che l’eucaristia sia il centro,
il modello, la forza plasmatrice di tutta la nostra vita.
Suscita sempre nella chiesa
i tuoi ministri che presiedano con umiltà e verità
la celebrazione eucaristica
e servano nella carità tutti i fratelli.

Perché GLOBULI ROSSI  Una cosa è sicura: senza sangue si muore. E chi è anemico, soffre gravi disagi e la sua è un’esistenza a rischio.   S

Perché GLOBULI ROSSI 
Una cosa è sicura: senza sangue si muore. E chi è anemico, soffre gravi disagi e la sua è un’esistenza a rischio. 
 S

Fa’ che ogni credente, ogni famiglia,
ogni gruppo, ogni comunità,
secondo la vocazione
e la missione da te ricevuta,
trovi nell’eucaristia la regola, il modello
e l’alimento della vita cristiana di ogni giorno.

Fa’ che l’eucaristia
eserciti un fascino segreto e irresistibile
sull’uomo d’oggi,
anche su chi è distratto, dissipato,
chiuso nell’egoismo, stroncato dalla disperazione.

L’eucaristia, col linguaggio del rito celebrato con fede
e col linguaggio della vita rinnovata dalla carità,
dica a tutti

  • che non di solo pane vive l’uomo;
  • che la nostra vita aspira ad andare oltre se stessa
    verso il misterioso richiamo del tuo amore;
  • che ciò che conta veramente non è il possesso,
    il dominio sugli altri, ma l’obbedienza al tuo disegno,
    la gratitudine per i tuoi doni,
    la generosa sopportazione del dolore,
    la vicinanza gratuita a ogni fratello,
    la speranza nella vita che tu ci doni oltre la morte.

Specialmente nel giorno del Signore
ogni credente e ogni comunità

  • apprezzi il dono inestimabile dell’eucaristia;
  • lo accolga come segreta energia di tutta la vita;
  • lo rechi ai malati;
  • lo trasfonda in opere di carità,
    in incontri di amicizia, in momenti di ristoro e di gioia;
  • lo proponga al mondo d’oggi
    come messaggio di speranza e di riconciliazione.

Fa’, o Padre, che la tua chiesa,
raccolta ogni domenica attorno alla mensa eucaristica,
offra l’immagine di una famiglia unita nell’amore,
aperta a tutti, attenta a chi ha maggiormente bisogno,
capace di indicare ad ogni uomo la strada che,
attraverso le vicende di questa vita,
conduce alla tua casa,
dove vivremo per sempre con te nella gloria.
Amen.

1-Globuli Rosssi Company3

Da PRENDETE IL LARGO! Eucaristia e dinamismo ecclesiale

Questa voce è stata pubblicata in GLOBULI ROSSI COMPANY. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...