UN UOMO FORTUNATO – Angelo Nocent

1-93-SAM_5487

Perché Chiesa del soccorso?

Papa Francesco

16-SAM_5410

In questo periodo ho assistito al passaggio a miglior vita di uomini illustri e anche di amici.
Gli eventi fanno riflettere e oggi, festa patronale al mio paese (san Nazario e San Celso), ho messo due righe di nero sul bianco, davanti al Crocifisso, per tenermele presenti ogni giorno:

1-Downloads354-004

1-09-SAM_5403

…Adesso e nell’ora della nostra morte. AMEN

Porto impresso  nelle pupille il  Mare di Kagoshima (sud del Giappone) dove è sbarcato SAN FRANCESCO SAVERIO, primo evangelizzatore, proveniente dalla Cina.
Il Signore mi ha condotto qui e riportato indietro.

Angelo Nocent

kagoshima-mappa

Kagoshima 9  - Chiesa Cattedrale - S.Francesco Saverio

Kagoshima  - Chiesa Cattedrale - S.Francesco Saverio

San Francesco Saverio - Reliquiario Cattedrale Kagoshima DSC02517

1-Collage123-001

Questa voce è stata pubblicata in GLOBULI ROSSI COMPANY. Contrassegna il permalink.

6 risposte a UN UOMO FORTUNATO – Angelo Nocent

  1. lucetta ha detto:

    “Gesù, Tu sei la mia febbre quotidiana, tanta o poca, che mai mi abbandona.”
    Faccio mie queste tue parole e mi auguro per me e per te che quando sarà il momento di andare…. il Padre ci trovi consapevoli e contenti. Chiedo troppo?

  2. lucetta ha detto:

    “So di avere ben poco da offrire in cambio dell’amore di Dio.
    Non posso vantare grandi meriti, la mia fede non è particolarmente solida,
    non ho mai messo a repentaglio la vita per Dio.

    Mi presento a Dio con le mani vuote.
    Posso solamente sperare in lui e aprirgli tutto il mio cuore:
    egli mi assicura che non serve altro per poter sperimentare il suo amore e riconoscere la sua voce.

    Poiché non ho nulla da offrire. . . accetterà me”.

    Rainer Haak

  3. angelonocent ha detto:

    Nell’attesa del giorno beato, il teologo Rainer Haak ci fa riflettere e ci sprona:

    “Nella vita di ognuno ci sono momenti nei quali si crede di non poter andare più avanti. Anch’io mi sono trovato in certe situazioni in cui mi pareva di esser arrivato al capolinea. Ero tentato di trarmi fuori da ogni responsabilità, da ogni fastidiosa incombenza e preoccupazione.

    Chi crede in Dio e nella vita, non perde la fiducia di poter proseguire, anche nelle ore oscure, lungo il retto cammino. Voglio ritrovarlo anch’io questo cammino e, fidandomi di Dio. Percorrerlo passo dopo passo, qualunque sia la meta”.

  4. msilvia2 ha detto:

    Non so se Dio mi troverà, mi trova, consapevole e contenta.
    So che Lo aspetto con desiderio invincibile: spero, credo nella Sua Misericordia e nel mio nulla assoluto.
    Ho smesso di farmi domande, vivo ogni istante come l’ultimo, anzi il primo dell’eternità: non so se faccio giusto o se sbaglio.
    Momento per momento, Signore vedi che vivo accetto e offro.
    Amen!

  5. angelonocent ha detto:

    Par di capire che siamo tutti FEBBRICITANTI per il medesimo motivo: “il giorno beato”.
    Epperò, la parte più dura della corsa è in prossimità del traguardo…

    PAOLO A TIMOTEO cap.4, 6-8)
    « Quanto a me, il mio sangue sta per essere sparso in libagione ed è giunto il momento di sciogliere le vele. Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la mia corsa, ho conservato la fede. Ora mi resta solo la corona di giustizia che il Signore, giusto giudice, mi consegnerà in quel giorno; e non solo a me, ma anche a tutti coloro che attendono con amore la sua manifestazione «

    GIOVANNI CRISOSTOMO: “…Ma sta’ bene attento in qual senso lo diceva. Certo era un premio essere sciolto dal corpo ed essere con Cristo (cfr. Fil 1,23), mentre restare nel corpo era una lotta continua; tuttavia per amore di Cristo rimandava il premio per poter combattere: cosa che giudicava ancora più necessaria…”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...