AAA – PRONTO SOCCORSO – SAN RICCARDO PAMPURI INTERCESSORE

Torna a : COMPAGNIA DEI GLOBULI ROSSI

  • “Bisogna dire alla gente di invocare i santi perché sono stati fatti per questo». (Don Giussani) – Attivato sabato, 25 febbraio 2006
  •                                         SPIRITO DI DIO, ARDI SU DI NOI !
  • Spirito di Dio scendi su di me.

  •  fondimi, plasmami, riempimi, usami.

  • Spirito di Dio scendi su di me.

  •                                       VIDEO: 
  • https://youtu.be/Tse9ojKbQeg
  •  
  • ORA DEVI PROCEDERE CON CALMA, SENZA GUARDARE L’OROLOGIO.

  • OGNI TANTO SOSTA E RIMANI PENSANTE. 

  • NON PRETENDERE TUTTO E SUBITO MA ABBANDONATI AI TEMPI DI DIO…

  • PREGHIERA DEL NAVIGANTE
  • Caro San Riccardo, tu sei l’ispiratore di questo blog.
  • Da luogo di pia devozione, lo hai voluto, col tempo, “piscina probatica”,
  • sito in cui, per opera dello Spirito,
  • si rinnova il movimento delle Acque Miracolose
  • che sgorgano dal Costato del Crocifisso-Risorto.
  • E’ del Signore Gesù l’ amorosa promessa di non lasciarci orfani: “Quando sarò innalzato da terra, attirerò tutti a me” ( Gv 12,32).]

LA PISCINA PROBATICA IN GERUSALEMME

1Dopo queste cose ci fu una festa ebraica, e Gesù tornò a Gerusalemme.  2Vicino alla porta chiamata porta delle Pecore c’era una piscina con cinque portici. Il suo nome in ebraico era Betzata.

 3Sotto quei portici c’era sempre una folla di ammalati: ciechi, zoppi, paralitici. [ 4] 5Uno di loro, un uomo paralizzato, era infermo da trentotto anni. 6Gesù lo vide lì sdraiato su una coperta, e sapendo che stava lì da molto tempo gli disse: – Vuoi guarire? 7L’infermo gli rispose: – Signore, non ho nessuno che mi metta nella piscina quando l’acqua è agitata. Quando sto per entrarci, un altro scende in acqua prima di me.

8Gesù gli disse: – Àlzati, prendi la tua coperta e cammina! 9In quell’istante l’uomo tornò sano, e andava in giro con la coperta sotto il braccio. Il paralitico era stato guarito di sabato.  10Perciò alcuni Ebrei gli dissero: – È sabato. La Legge non permette, di sabato, di trasportare una coperta.
11L’uomo rispose: – Chi mi ha fatto guarire mi ha detto: prendi la coperta e cammina! 12Allora gli chiesero: – Chi è stato a dirti di fare così? 13Ma l’uomo che era stato guarito non lo conosceva, perché Gesù si era allontanato tra la folla che c’era lì intorno.

14Più tardi, Gesù lo trovò nel Tempio e gli disse: – Guarda, ora sei guarito; non peccare più, perché non ti accada qualcosa di peggio. 15L’uomo si allontanò e informò le autorità che era stato Gesù a guarirlo.  16Così cominciarono a perseguitare Gesù perché guariva gli ammalati nel giorno del riposo.

 17Ma Gesù dichiarò: ‘Mio Padre opera senza interruzione, e così faccio anch’io’. 18Per questo cercavano ancor più decisamente di toglierlo di mezzo: infatti, non solo non rispettava il sabato, ma diceva pure che Dio era suo padre, facendosi uguale a Dio.” (Giovanni 5, 1-18) .

” 26 Dio è la fonte della vita, e ha dato anche al Figlio di essere la fonte della vita” (Idem 26). E’ PAROLA DI DIO

PREMESSA
Tu che passi di qui, forse casualmente o per una misteriosa chiamata, HAI APPENA INVOCATO LO SPIRITO SANTO DI GESU’ .
Cosa vai cercando? Forse non lo sai nemmeno tu. Oppure vorresti chiedere…ma non osi…
Non irrigidirti ma apriti alla luce, lasciati fondere, plasmare, riempire, usare. E’ solo per il tuo bene.

Questo apparentemente è un luogo virtuale. Ma anche da qui, seduto davanti al tuo PC, puoi incontrare il Signore, udire la Sua voce, toccare il lembo del Suo mantello, essere risanato, formulare le tue richieste, sfogare il tuo pianto, scaricare i tuoi rimorsi…

  • La tua anima è come paralizzata. La Sua domanda è sempre la stessa:Vuoi guarire?”
  • Il punto cruciale sta proprio qui: Cristo ha bisogno della adesione della fede, per agire con la sua potenza nella vita delle persone.
  • ‘acqua della piscina promette una guarigione che non si realizza mai. Il pozzo di Giacobbe e la piscina di Betesdà sono ora sostituiti dall’acqua viva che è Gesù.
  • Quest’ acqua messianica disseta e guarisce, mantenendo sempre ciò che promette.
  • Il suggerimento di Maria, la Madre:Fate quello che Egli vi dirà” (Gv 2,5).
  • “Signore, non sono degno…
  • non guardare ai miei peccati ma alla fede della tua Chiesa…
  • di’ soltanto una parola…
  • è il tuo servo guarirà.”
E’ SOLO LA MANO DEL SIGNORE A COMPIERE PRODIGI.  Ti basti sapere che i miracoli per l’intercessione del Santo di Trivolzio si sus­seguono; oggi più di ieri…
  • Ammalati gravi guariscono.
  • Bambini che non sembrava potessero nascere, nascono.
  • Donne smarrite dopo aver abortito, con un distruttivo senso di colpa, che si riconciliano con la loro creatura sacrificata e ritrovano il coraggio della rinascita.   
  • Tanti, tantissimi riacquistano la fede,
  • altri trovano la propria strada,
  • una chiamata, una vocazione….
  • In ogni parte del mondo. Perfino da Cuba, da dove è arrivata la toccante testimonianza di un papà e del figlioletto di undici anni.
  • Fatti che accadono senza clamori, senza titoli sulle prime pagine.
  • Anche la vita di san Riccardo non aveva avuto titoli sulle prime pagine.
  • Una vita che è stata uno spettacolo di fede, come uno spettacolo di fede è quanto accade ogni giorno nella quiete di questo piccolo borgo della bassa…
  • O più semplicemente in casa, davanti al VIDEO, nel segreto della coscienza misteriosamente provocata e travolta da un desiderio di liberazione…
  • Perché al medico Pampuri sta a cuore la guarigione radicale da una patologia che non è mai solo fisica.
Ricorda che Gesù risana il paralitico calatogli dal tetto, non per la sua fede ma per quella degli accompagnatori che per lui si sono fatti ascensore.
Gesù ammira una fede che si fa carico del dolore e delle spranze di un altro.
Se sei qui può voler dire che il peso di un altro l’hai fatto tuo. Dunque,
  • CHIEDI con fede per conto terzi
  • CREDI anche per chi non ha fede.
AMBULTORIO
SAN RICCARDO DOTT. PAMPURI
24 hRiceve senza appuntamento.
NO TICKET
Dottore, ho un dolore qui:
Targa ambulatorio del Dr. Erminio Pampuri nella condotta di Morimondo
1-risultati-della-ricerca-per-pampuri

FAI COME LUI !

Alla sorella Suor Longina, missionaria al Cairo, nella primavera del 1927,
l’anno in cui entrerà nell’Ordine Ospedaliero, scrive pregandola di fare

un’ ARDENTE novena allo Spirito Santo

perché abbia ad aprire anche a me la mente,
come già agli Apostoli,
e illuminarmi,
e infiammarmi
di quel sacro fuoco di divina Carità
che Gesù è venuto a portare sulla terra
fra noi
e che Egli vorrebbe ardesse in ogni cuore”.

INVOCATO
PER DARE AL DOLORE
LE PAROLE CHE ESIGE

  • In questo momento sei davanti al Crocifisso-Risorto.
  • Gesù è il vivente. Egli ha mantenuto la promessa: “non vi lascierò orfani”. (Gv 14, 15-21).  
  • Se sei disorientato e senti il peso della vita quotidiana,
  • se ti trovi in un momenti difficile senza via d’uscita,
  • se sei afflitto da un dolore fisico o spirituale, 
  • se vivi momenti di paura, di tristezza e isolamento,
  • se non hai una parola di conforto…,
  • prova mettere il tuo stato d’animo nel cuore di Dio.
  • A poco a poco ti sentirai pervadere dal Suo amore.
  • Perché Dio non  ci abbandona  mai al nostro infausto destino.
  • Su quella croce, il Giusto ha dato la vita per noi.
L’APOSTOLO PAOLO AI CRISTIANI DI EFESO E DI ROMA
  • “Pregate sempre: chiedete a Dio il suo aiuto in ogni occasione e in tutti i modi, guidati dallo Spirito Santo.
  • Perciò state svegli e non stancatevi mai di pregare per tutto il popolo di Dio e anche per me.
  • Pregate perché Dio mi faccia trovare parole decise con cui far conoscere la verità del suo messaggio.
  • Benché sia in prigione, io sono ambasciatore del Vangelo.
  • Pregate perché io possa parlare coraggiosamente, come è mio dovere ” (Efesini 6,18-20)
  • “Lo Spirito Santo viene in aiuto della nostra debolezza, perché noi non sappiamo neppure come dobbiamo pregare, mentre lo Spirito stesso prega per noi con sospiri che non si possono spiegare a parole.
  • E Dio che conosce i nostri cuori, conosce anche le intenzioni dello Spirito che prega per i credenti come Dio vuole” (Romani 8, 26-27)
MARIA
la sua infermiera
“Donna, se’ tanto grande e tanto vali, / che qual vuol grazia ed a te non ricorre, / sua disïanza vuol volar sanz’ali.” (Dante Alighieri, Paradiso, canto 33)

UNA LUCE NELLA NOTTE

ERI ATTESO, TI ASPETTAVANO!

VIENI, SANTO SPIRITO

 MANDA A NOI DAL CIELO UN RAGGIO DELLA TUA LUCE.

 VIENI, PADRE DEI POVERI,

VIENI, DATORE DEI DONI, VIENI, LUCE DEI CUORI.

 CONSOLATORE PERFETTO;

 OSPITE DOLCE DELL’ANIMA, DOLCISSIMO SOLLIEVO.

NELLA FATICA, RIPOSO, NELLA CALURA RIPARO,

NEL PIANTO CONFORTO.

O LUCE BEATISSIMA,

INVADI NELL’INTIMO IL CUORE DEI TUOI FEDELI.

SENZA LA TUA FORZA

NULLA È NELL’UOMO, NULLA SENZA COLPA.

LAVA CIÒ CHE È SORDIDO,

 BAGNA CIÒ CHE È ARIDO, SANA CIÒ CHE SANGUINA.

PIEGA CIÒ CHE È RIGIDO,

SCALDA CIÒ CHE È GELIDO, DRIZZA CIÒ CHE È SVIATO.

DONA AI TUOI FEDELI

 CHE SOLO IN TE CONFIDANO I TUOI SANTI DONI.

DONA VIRTÙ E PREMIO,

DONA MORTE SANTA, DONA GIOIA ETERNA.

AMEN. ALLALUJA !
  • Credi davvero che Maria Santissima, la Vergine dei poveri, la Madre sempre ospitale, sia qui con te adesso?
  • Credi davvero che Lei sia qui assieme a Riccardo per accoglierti a bracciaaperte?
Non la vedi?
  • Beh! Noi non possiamo vederLa per eccesso di luce, ma Lei è qui per metterti Gesù in braccio, nel cuore. Salvarti dalle acque travolgenti.
  • Ti chiede solo di non opporre resistenza all’invito.
  • Lei vuole e può vivere con te questo momento,
  • può aiutarti a rispondere a Dio,
  • anzi, prima ancora: aiutarti ad ascoltare la Sua parola.
Lei non è sola in questa casa: c’è anche lui, il suo Riccardo, il bambino orfano che ha preso per mano dalla fanciullezza,  il medico che Lei mette a tua disposizione per giungere ad una diagnosi accurata e ad una terapia efficace. Rasserénati: sei in buone mani.
(31 Maggio 2008 )
1-Pictures535-001
  • Alla vita dei santi non appartinene solo la loro biografia terrena, ma anche il loro vivere ed operare dopo la morte.
  • Nei santi diventa ovvio: chi va verso Dio non si allontana dagli uomini ma si rende invece ad essi veramente vicino“. (Deus caritas est n.42 – Benedetto XVI).
  • «Noi siamo in un tale degrado universale che non esiste più niente di ricettivo del cristianesimo se non la bruta realtà creaturale.
  • Perciò è il momento degli inizi del cristianesimo, è il momento in cui il cristianesimo sorge, è il momento della resurrezione del cristianesimo.
  • E la resurrezione del cristianesimo ha un grande unico strumento. Che cosa? Il miracolo. È il tempo del miracolo.
  • Bisogna dire alla gente di invocare i santi perché sono stati fatti per questo». (Don Giussani)
  • «Crediamo nella comunione di tutti i fedeli di Cristo,
  • di coloro che sono pellegrini su questa terra,
  • dei defunti che compiono la loro purificazione
  • e dei beati del cielo, i quali tutti insieme formano una sola Chiesa;
  • noi crediamo che in questa comunione l’amore misericordioso di Dio e dei suoi santi ascolta costantemente le nostre preghiere, secondo la parola di Gesù “Chiedete e riceverete”». (Paolo VI) .
 
Dal Vangelo secondo Giovanni 19,25-27
In quell’ora, stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala.
Gesù allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco il tuo figlio! “
Poi disse al discepolo: «Ecco la tua madre!».
E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa.
CHI SEI?
Una persona amata, attesa!
Immagine:KissOfJudas.jpg

“Giuda, con un bacio tradisci il Figlio dell’Uomo?”

  • Non temere, Gesù ti accoglie come sei;
  • Lasciati guardare negl’occhi dai Suoi dolcissimi occhi e ritroverai te stessa/o.
  • Non mettere condizioni. Lo sguardo di Gesù coglierà il tuo bisogno più vero, più urgente.
  • Gesù al paralitico, prima della guarigione, ha concesso subito il perdono che non ha chiesto. Lo ha fatto grazie alla fede degli amici, espressa non a parole, ma con il loro gesto.
  • Anche tu qui hai degli amici, anche se non sai di averli. Così il Signore ti concede già adesso il perdono dei tuoi peccati, prima ancora di confessarli al sacerdote, non per i tuoi meriti, ma per la fede della Sua Chiesa. Perché noi siamo una comunione di persone: Lui la vite, noi i tralci.
  • Questi che viviamo, sono i tempi nuovi annunciati dai profeti: per avere il perdono, per ricevere il cuore nuovo, è sufficiente che sia presente Lui, il Figlio dell’uomo, in mezzo agli uomini, e che noi manifestiamo fiducia in Lui: Figlio, ti sono perdonati i peccati“.
  • Il vero pentimento – chi non ha bisogno di perdono? –  è abbandonarsi a Lui.
  • Perché il Lui tutte le promesse di Dio ai nostri padri, sono diventate “SI’ “.
  • Se il tuo cuore non è paralizzato, se hai sperimentato l’apertura verso l’alto,  la Sua vita torna a scorrerti nelle vene.
  • Da questo momento in Lui tutto ti è possibile perché In lui  viviamo, ci muoviamo ed esistiamo” (At 17,28).

Ricordi? Giuda andò ad impiccarsi; Pietro pianse amaramente.

  • Mettiti vicino al Fuoco. Lasciati riscaldare dallo Spirito.
  • Riscopri le parole del Vangelo ancora accese, incandescenti.
  • I discepoli di Emmaus erano avviliti.
  • Ma le parole del CROCIFISSO-RISORTO hanno dissipato le nebbie:Non ci bruciava forse il cuore alle sue parole? [Lc. 24,32]).
  • “Che cosa è l’uomo perché te ne ricordi
  • e il Figlio dell’uomo perché te ne curi ? . (Salmo 8)

  • Sei una donna che vorrebbe concepire ma non riesce?
  • Una mamma che deve affrontare le difficoltà legate alla maternità e alla gravidanza, a partire dalle incertezze, dai dubbi e dal trovare soluzione a tutti i problemi per arrivare alla crescita del bimbo con tutto quello che c’è intorno.. .?
  • Una ragazza madre (oggi si dice mamma single!) bisognosa di una comunità di supporto,  in cui si può parlare di tutto sentendosi accolti ed accettati anche e soprattutto quando le cose si fanno diffici ?

San Riccardo Pampuri era medico chirurgo, specializzato in ostetricia e ginecologia. Rivolgiti a lui con le tue semplici parole, come se parlassi a un fratello, confidagli senza esitazione le tue paure e invocalo intercessore sulla la tua situazione.  POI….

Prendi in mano il telefono o internet e vai sugli indirizzi indicati.

  • SEI UNA MAMMA IN ATTESA?
  • VIVI UNA GRAVIDANZA INDESIDERATA ?
  • NON SAI COSA FARE ? 

Rivolgiti al CAVCentro Aiuto alla Vita.

INDIRIZZI D’ITALIA: http://indirizzimpvcav.altervista.org/

  • Sos Vita 800 813000 (telefonata gratuita)
  • Operatrici qualificate ti rispondono 24 ore su 24.
  • Il bambino che stai aspettando ha dei problemi?
  • Telefono Rosso Tel. 06 3050077 – Dei Medici ti risponderanno dal Lunedì al Venerdì dalle ore 09-13/14-16.  E C’E’ ANCHE “IL DONO“- sostegno alla maternità MA ANCHE AL POST ABORTO.

  •  Nata ad ottobre del 2005 da un’iniziativa di due coniugi di Roma, Edoardo Panunzio e Serena Taccari, genitori di 5 bambini, IL DONO-onlus ha raggiunto in breve un grande sviluppo, rivolgendosi ad un’utenza sempre più ampia, nella convinzione che con un aborto non muore solo un bambino ma anche una mamma e che questo, socialmente, oggi viene rifiutato.
  • http://www.il-dono.org/ 
  • Hai bisogno di parlare con qualcuno?
  • Chiama il numero sos-mamma: 347-3786645
Adesso ascolta un po’ di Bach: ti farà bene all’anima.

HAI UN PESO SUL CUORE?

“…LA MADRE DICE AI SERVI: “FATE QUELLO CHE VI DIRÀ”.(GV 2,1-12) 

FAI ANCHE TU CIO’ CHE TI DIRA’

Comincia da qui:
  • Incontrando Maria ha sussultato anche in te il Bambino che hai dentro?
  • Sappi che non lo cercheresti se non l’avessi già trovato.
Ramo di pesco
  • Anche tu sei un ramo che può rifiorire.
  • Ma devi lasciarti potare.
  • Il dolore è la forbice.
  • Mettila in mano a Gesù che sa dove recidere e medicare.

 

Signore, credo, ma aumenta la mia fede.

Signore, scava nella mia anima,

fai posto alla Tua Parola.

Rabbunì – Maestro!
  • “Ho visto il Signore!”.(vedi Marco 6,3-11; Luca 24,8-11)
  • Maria [di Magdala] era rimasta a piangere vicino alla tomba.
    A un tratto, chinandosi verso il sepolcro, vide due angeli vestiti di bianco. Stavano seduti dove prima c’era il corpo di Gesù, uno dalla parte della testa e uno dalla parte dei piedi.
  • Gli angeli le dissero: – Donna, perché piangi?
    Maria rispose: – Hanno portato via il mio Signore e non so dove lo hanno messo.
  • Mentre parlava si voltò e vide Gesù in piedi, ma non sapeva che era lui.
  • Gesù le disse: Perché piangi? Chi cerchi?
  • Maria pensò che fosse il giardiniere e gli disse: – Signore, se tu l’hai portato via dimmi dove l’hai messo, e io andrò a prenderlo.
  • Gesù le disse: – Maria!
  • Lei subito si voltò e gli disse: – Rabbunì! (che in ebraico vuoi dire: Maestro!).
  • Lasciami, perché io non sono ancora tornato al Padre.
  • – Va’ e di’ ai miei fratelli che io torno al Padre mio e vostro, al Dio mio e vostro.
  • Allora Maria di Màgdala andò dai discepoli e disse:Ho visto il Signore!”. Poi riferì tutto quel che Gesù le aveva detto. (Gv 20, 11-18)

  • San Riccardo oggi vede il Signore.

  • E’ mandato per riferire a te e con-dividere. 

  • Egli è solo intercessore e sollecita lo Spirito di Gesù a suggerirti tutto ciò che Lui sa essere per il tuo bene. 

  • Assieme a te prega perché la Sua divina volontà si compia: pensa che è SEMPRE il meglio per noi anche se non collima con il nostro punto di vista.  

  • Sei autorizzato a CHIEDERE.

  • Ma pregare è anche saper ASCOLTARE…

  • Chi è nel buio non vede. Per questo è detto: “Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere belle e glorifichino il Padre vostro che è nei cieli” (Mt 5,16).

  • Il dolore, qualsiasi dolore, acceca. Talvolta, rende perfino spavaldi. Anche la spavalderia è cecità.

  • Ma il Cielo si è chinato per abbracciare la Terra…me, tu, noi…

watch?feature=player_detailpage&v=mM9ScOTcO6E

  • COSI’  DUNQUE PREGATE VOI:

  • Padre nostro

  • che sei nei cieli,,

  • sia santificato il tuo nome,

  • venga il tuo regno,

  • sia fatta la tua volontà,

  • come in cielo, così in terra.

  • Il nostro pane quotidiano

  • dacci oggi,

  • e rimetti a noi i nostri debiti

  • come anche noi

  • abbiamo rimesso ai nostri debitori,

  • e fa’ che non entriamo in tentazione,

  • ma liberaci dal maligno.

  • Infatti se avrete rimesso

  • agli uomini le loro cadute,

  • rimetterà anche a voi il Padre vostro celeste;

  • ma se voi non avrete rimesso agli uomini,

  • neppure il Padre vostro Celeste

  • rimetterà le vostre cadute. (Matteo 6, 9-15)

  •  PREGHIERE DI GUARIGIONE

Io, CLAUDIA COLL, il messaggio che adesso porto in giro, è quello della fiducia in Dio, nella Divina Misericordia.
Un Dio che è amore, che è infinitamente buono, dolcissimo.
La vita acquista un senso diverso se lo si incontra. Quindi bisogna fare di tutto per conoscerlo.
Se si conosce Gesù, lo si ama con forza e più lo si ama più lui si fa conoscere”. (Claudia Koll).

Gesù, Maria, sono un’anima desolata!

Fatemi rifiorire la fede, 

la speranza,

l’amore,

la vita…

Fatemi riassaporare la Pasqua!

 
Questo è il cuore di San Riccardo Pampuri che ha saputo ricambiare generosamente l’Amore Misericordoso ricevuto da Dio.
Alla sorella, Suor Longina, missionaria a Il Cairo, scriveva:
O mia buona sorella, quanta miseria e quanta stoltezza in questo mio povero cuore, e quanta grettezza!
Non basta a commuoverlo nemmeno l’amore infinito di un Dio che si fa uomo, bambino, per lui, per cancellare il cumulo delle sue iniquità, a prezzo di tante pene, di tanti tormenti, di tutto il suo Divin Sangue” (23 NOv. 1925).
E l’anno successivo:
Prega, o sorella carissima, perché il Signore sciolga una volta per sempre il mio gelido cuore al calore ardentissimo della carità infinita che trabocca per noi poveri peccatori dal Cuore SS. di Gesù Crocifisso” (“9 Mar. 1926)
Ci sia egli intercessore di tante grazie e ci ottenga il dono di un cuore  come il suo,tormentato dalla gloria di Cristo, ferito dal suo amore, con una piaga che non si rimargini se non in cielo”».
San Riccardo Pampuri - Reliquia
San Riccardo Pampuri in fasi diverse
Ma intanto i miracoli del Santo di Trivolzio RICCARDO PAMPURI si sus­seguono…
  • Ammalati gravi guariscono.
  • Bambini che non sembrava potessero nascere, nascono.
  • Tanti, tantissimi riacquistano la fede,
  • altri trovano la propria strada,
  • una chiamata, una vocazione….
  • In ogni parte del mondo. Anche a Cuba, da dove è arrivata la toccante testimonianza di un papà e del figlioletto di undici anni.
  • Fatti che accadono senza clamori, senza titoli sulle prime pagine.
  • Anche la vita di san Riccardo non aveva avuto titoli sulle prime pagine.
  • Una vita che è stata uno spettacolo di fede, come uno spettacolo di fede è quanto accade ogni giorno nella quiete di questo piccolo borgo della bassa…
  • o più semplicemente in casa, davanti al VIDEO, nel segreto della coscienza misteriosamente provocata e travolta da un desiderio di liberazione…

Sosta davanti alle sue spoglie mortali.

Preghiera

  • Signore Padre Santo,
  • che in Riccardo Pampuri
  • ci hai dato un segno luminoso della Tua bontà,
  • illuminami in quest’ora
  • di prova e di sofferenza.
  • Donami occhi limpidi
  • Per vedere la luce
  • Del Tuo volto
  • in chi mi è vicino e mi serve
  • con amore e intelligenza.
  • Per intercessione di San Riccardo,
  • medico e religioso,
  • ti prego di guarirmi
  • nel corpo e nello spirito.
  • Ti offro la mia vita: accettala e
  • purificala, Signore,
  • e donale i sentimenti
  • del Tuo Figlio Gesù.
  • Nella Forza dello Spirito Santo
  • aiutami ad essere umile e mite.
  • Fammi testimone della Tua vittoria
  • sul peccato e sulla morte,
  • della Tua presenza di Vivente
  • in mezzo a noi.
  • Amen                   (Luciano Monari vescovo di Brescia)

31 GENNAIO 2012

Il battistero dove San Riccardo è stato batezzato. Di lato è visibile una lastra marmorea. Lì fu collocata la sua bara dopo la traslazione dal cimitero.

 

Prima…

Ora… 

Preghiera a san Riccardo Pampuri

San Riccardo hai camminato un tempo per le strade della nostra terra, hai pregato nel silenzio delle nostre chiese, hai servito con amore ed intelligenza gli ammalati nelle nostre case, sei stato accogliente verso ogni persona che ti ha cercato.

Oggi, come un tempo i tuoi malati, anch ‘io ti cerco e mi rivolgo a Te perché Tu mi aiuti a guarire nel corpo e nello spirito e mi ottenga dal Signore la tua stessa fede.  

Giovanni Volta Vescovo di Pavia

 A san Riccardo Pampuri preghiera per i giovani

San Riccardo siamo venuti sulla tua tomba perché ci aiuti a metterci sulla tua strada. Come noi hai sognato, Riccardo, prega Dio perché dia compimento alle nostre speranze.

  • Come noi hai studiato, Riccardo, prega Dio perché ci sveli la sua verità.
  • Come noi hai tribolato, Riccardo, prega Dio perché ci renda pià forti ella vita.
  • Come noi hai atteso, Riccardo, di comprendere le vie del tuo futuro,
  • prega Dio perché sappiamo essere sempre vigilanti e riconosciamo la strada della Sua chiamata.
  • A somiglianza di Gesù hai saputo sperare anche nelle difficoltà,
  • pregare pur tra mille preoccupazioni,
  • hai saputo voler bene in ogni circostanza,
  • ottienici dal Signore  l’entusiasmo e la generosità della tua vita.

+ Giovanni Volta Vescovo di Pavia

 A san Riccardo Pampuri

  • San Riccardo, medico dei corpi e animatore dei cuori, chiedi al Signore per noi salute e fede.
  • San Riccardo, fedele nelle prove e coraggioso apostolo di Cristo, chiedi al Signore per noi fortezza e carità.
  • San Riccardo, profondo conoscitore del mistero di Dio e della debolezza dell’uomo, ottieni anche a noi la grazia di poter scoprire il Signore nelle varie vicende della nostra vita.
  • San Riccardo, visibile ancora tra noi con il tuo corpo, chiedi per noi a Dio che sappiamo imitare il tuo spirito nel nostro cammino sulle strade del Signore.

+ Giovanni Volta Vescovo di Pavia

Preghiera

Eterno Padre, Dio di misericordia, ascolta la nostra preghiera per intercessione di San Riccardo: egli sia per noi il Medico che protegge la nostra salute e il Santo che difende la nostra amicizia con Te.

Per Cristo Nostro Signore. Amen.

+ Antonio Giuseppe Angioni Vescovo di Pavia

Preghiera per impetrare grazie

Signore Gesù,

  • che ti compiaci di esaltare gli umili, di rivelarti ai puri e di darti in premio ai misericordiosi, concedimi la grazia…

 che fiducioso ti chiedo per l’intercessione di S. Riccardo Pampuri, esempio luminoso di umiltà, di purezza e di misericordia, a tua maggior gloria e a salute dell’anima mia.

Amen.

PREGHIERE DI GUARIGIONE

I grandi miracolati


Il miracolato Prof. Ferdinando Michelini con Giovanni Paolo II
Manulo Cifuentes, il miracolo che ha deciso la canonizzazione
Giovanni Paolo II saluta i miracolati

MA…NON DISPERARE….

1-Documents110-001